Gattini salvati da un lavaggio a secco di Londra: una storia a lieto fine

Una mamma gatta, si sa, quando si tratta di proteggere i suoi cuccioli fa tutto quello che ritiene essere in suo potere. E se il nemico che li minaccia è il freddo invernale, proteggerli significa trovare per loro un posto caldo in cui sopravvivere. Quello che mamma gatta non sa, è che non sempre “caldo” significa “sicuro”. È il caso ad esempio di quattro gattini salvati da un lavaggio a secco di Londra.

Fonte: http://www.mnn.com/

La gattina ritratta in questa foto è stata abbandonata a se stessa quando il suo umano londinese ha deciso di traslocare e voltarle le spalle. Incinta, sola e spaventata, sapendo di essere prossima al parto, la futura mamma gatta deve aver cercato disperatamente un luogo che fungesse da rifugio per i suoi piccoli. E alla fine, l’ha trovato nel retro di un’asciugatrice di un lavaggio a secco di.

banner

Quello che mamma gatta non poteva sapere è che una macchina del genere, per quanto sia un rifugio intimo e nascosto, si sporca parecchio con l’uso. Non solo: rilascia tetracloruro di carbonio in forma di fumi, che con l’esposizione prolungata danneggia fegato, reni e il sistema nervoso centrale.

A salvare i quattro gattini è stato l’intervento umano.

Il proprietario del lavaggio a secco ha percepito i miagolii e i richiami di aiuto dei quattro cuccioli, e invece di scrollare le spalle come purtroppo avrebbero fatto alcuni ha chiamato un’associazione di volontariato, la Celia Hammond Animal Trust. La macchina è così stata smontata e i cuccioli messi in salvo.

La mamma, che è stata immediatamente identificata nella gatta che si aggirava, inquieta e preoccupata, all’esterno del lavaggio a secco, ha raggiunto i suoi piccoli appena le è stato possibile.

Ora, questi gattini salvati da un lavaggio a secco di Londra e la loro mamma sono al sicuro dalla strada, in stallo presso un volontario. E se tutto va bene, presto avranno una casa tutta loro.