La guida di Touring per viaggiare (in Italia) con il nostro micio

È purtroppo un fatto che durante la stagione estiva si registri uno spaventoso picco degli abbandoni: tanti, troppi, sacrificano il loro animale sull’altare delle ferie estive, condannandolo a morire di fame o di investimento. Altri, invece, in previsione delle vacanze, si fanno in quattro per trovare a Fido o a Micio un posto sicuro in cui stare durante loro assenza, qualcuno che lo nutra al posto loro o… la maniera più efficace di portarlo in vacanza. Proprio a questi ultimi si rivolge la guida Touring Viaggiare con cane e gatto.

viaggiare

banner

La guida, divisa in pratici capitoli, parte dalle fondamenta: vale a dire che cerca di spiegare al lettore cosa un viaggio possa provocare al loro animale e come possa reagire, cosa aspettarsi e come gestire eventuali problemi. Solo successivamente esplora l’ambito legislativo e con esso le regole per spostarsi con i diversi mezzi di trasporto; in particolare per quanto riguarda i viaggi in auto elenca le aree di servizio attrezzate all’accoglienza di animali.

Chiariti questi ambiti generali, la guida si avventura ad esaminare regione per regione. Per ciascuna regione italiana elenca e commenta strutture alberghiere, ristoranti, spiagge e strutture turistiche in genere in cui è possibile essere ospitati assieme al cane o al gatto.

Viaggiare con cane e gatto fornisce, insomma, tutte le informazioni necessarie a chi conviva con un animale per non lasciarlo solo durante il periodo delle vacanze. È come se il sottotitolo fosse “niente più scuse”. Certo, noi non ci aspettiamo che chi ha il sangue freddo di condannare a morte potenziale un animale con l’abbandono si sprechi a prendere tra le mani una guida come questa, ma la sua lettura può invece certamente aiutare chi è intenzionato a vivere anche le vacanze con la famiglia al completo e si trovi smarrito di fronte alla marea di incognite che dovrà affrontare.