25 gatti di nome Sam e un micio blu: il libro illustrato di Andy Warhol

È fatto ormai noto e risaputo che i felini hanno un posto tutto loro nell’ambito dell’arte pittorica e visiva in genere. Tanti sono gli artisti, come Fernando Botero, che hanno impresso felinità nelle loro opere… tanto che esiste persino un’app dedicata ai gatti della storia dell’arte. E c’è persino chi, per gioco, ha per così dire condito le opere più famose con un micio. Anche l’eccentrico Andy Warhol era un amante dei gatti, e la cosa è evidente nel suo libro illustrato 25 gatti di nome Sam e un micio blu (titolo in lingua originale: 25 Cats Name Sam and One Blue Pussy).

Fonte: https://adelaidespopupbookshop.com.au

La storia di 25 gatti di nome Sam e un micio blu inizia negli anni Cinquanta, nell’infanzia della carriera di Andy Warhol. C’è chi dice che a quel tempo l’artista vivesse al numero 1342 di Lexington Avenue, chi sostiene invece che il suo indirizzo fosse East 75th Street; quello che è indubbio è che viveva a New York e condivideva la residenza con un bel numero di gatti.

banner

Fonte: www.brainpickings.org
Fonte: www.brainpickings.org

Pare che dobbiamo l’esistenza di 25 gatti di nome Sam e un micio blu alla madre di Warhol, Julia Warhola. La donna, infatti, preoccupata per il figlio, si trasferì temporaneamente nel suo appartamento proprio negli anni Cinquanta, e fu assieme che madre e figlio decisero di ritrarre i loro gatti e dedicare loro un volume illustrato. 25 gatti di nome Sam e un micio blu, per l’appunto.

Il volume era stato originariamente realizzato in edizione limitata e regalato a una serie di amici dell’artista.

Fonte: www.brainpickings.org
Fonte: www.brainpickings.org

Leggenda vuole che davvero i gatti di Andy Warhol si chiamassero tutti quanti Sam, con l’eccezione di un solo felino: Hester. Se fossero davvero 25, non si sa; si dice però che i gatti ritratti nel volume illustrato siano solo 16 o 17.

Fonte: www.brainpickings.org
Fonte: www.brainpickings.org

Come si può notare, lo stile di disegno è discretamente semplice. Questo, però, non ha impedito a Andy Warhol di caratterizzare ogni singolo Sam, donando a ciascuno di essi una posa e un’espressione caratteristiche.

Oggi 25 gatti di nome Sam e un micio blu è in vendita su Amazon.

Fonte: www.brainpickings.org

Il lettore più attento avrà già notato che nella prima immagine di questo articolo c’è un secondo libro. Si tratta di Holy Cats, il volume che può essere definito il seguito di 25 gatti di nome Sam e un micio blu. L’autrice parrebbe essere, in questo caso, Julia Warhola, che avrebbe disegnato Holy Cats in onore della morte di Hester.

“Questo libricino è dedicato alla mia piccola Hester, che ha attraversato il Ponte dell’Arcobaleno”. Fonte: www.brainpickings.org

Il libro contiene gatti e angeli perché, raccontò poi Andy Warhol, erano i suoi soggetti preferiti.

E voi, li conoscevate questi volumi felini?