A un gatto, di Jorge Luis Borges: una poesia dedicata ai felini

Il gatto, lo sappiamo bene, è presente in modo cospicuo nella letteratura tutta, che si tratti di poesia o prosa. Tanto per fare qualche esempio, Rudyard Kipling, amante dei cani, gli ha nonostante tutto dedicato una poesia; e Pablo Neruda nei suoi versi si è soffermato sul modo tutto particolare in cui i nostri felini preferiti amano dormire. Alla schiera dei “poeti felini” appartiene con fierezza Jorge Luis Borges: questo articolo è infatti dedicato alla poesia A un gatto, di Jorge Luis Borges.

borgespoesia1
Jorge Luis Borges e il suo micio, Beppo.

Non sono più silenziosi gli specchi
né più furtiva l’alba avventuriera;
sei, sotto la luna, quella pantera
che a noi ci è dato percepire da lontano.
Per opera indecifrabile di un decreto
divino ti cerchiamo invano;
più remoto del Gange e del Ponente
tua è la solitudine, tuo il segreto.
La tua schiena accondiscende la carezza
lenta della mia mano. Hai accolto,
da quella eternità che è già oblio,
l’amore di una mano timorosa.
Sei in un altro tempo. Sei il padrone
di un abito chiuso come un sogno.

banner

A un gatto, di Jorge Luis Borges, è parte della raccolta L’oro delle tigri, pubblicata per la prima volta nel 1972. Contiene composizioni meditative, riflessive, che al contrario delle sue opere precedenti raccontano parecchio del mondo intimo dell’autore, del suo pensiero e della sua malinconia.

Difficile dire che genere di sentimento abbia spinto Jorges a dedicare un’ode al gatto… o forse, si potrebbe dire, a quella che è la componente felina di questo mondo. Tante sono le idee, termine in questo caso in senso platonico, che il poeta associa al gatto. Chi scrive vi vede la magia dello specchio, che pare quasi citato come porta verso un altro mondo, e scintilla di vita all’alba; il segreto di ciò che fu ed è; il lato selvatico del gatto, quello della pantera che mai saremo, affiancato alla volontà di “accogliere l’amore di una mano timorosa”.

borgespoesia2
Borges e Beppo. Fonte: https://culturalcat.com/

Quello su cui non c’è alcun dubbio è che A un gatto, di Jorge Luis Borges, è una dichiarazione di amore vera e propria. Sarebbe impossibile vedere tutto questo nei nostri felini senza amarli almeno un poco.