Attentato di Vienna, il web si riempie di foto di gatti: ecco il motivo

Nelle ore successive al terribile attentato di Vienna, avvenuto lo scorso 2 novembre, sul web è avvenuto un fatto abbastanza insolito, anche se non inedito. I social, infatti, soprattutto Twitter, si sono riempiti di gattini. E il motivo è davvero particolare.

banner

Gatti protagonisti su Twitter

Dopo che i terroristi hanno messo sotto assedio Vienna e si sono dati alla fuga, sul web hanno iniziato a correre le immagini drammatiche dell’attentato, ma non solo quelle. Soprattutto su Twitter, infatti, sono comparse tantissime foto di gatti. Un episodio simile avvenne anche dopo la strage di Barcellona, nel 2017. Ma quali sono le motivazioni?

La duplice spiegazione

Questo improvviso monopolio dei felini sui social, proprio in concomitanza degli attentati, è stato spiegato in due modi: da un lato la volontà di contrastare immagini brutali e molto violente con altre bellissime e tenere, come una sorta di bilanciamento al male; dall’altro, si tratta di un tentativo di depistaggio per i terroristi e gli eventuali complici. È stata proprio la polizia viennese a chiedere di non pubblicare sui social i video degli attentati, per non dare agli autori del crimine degli elementi utili alla fuga o alla programmazione di essa. Così, trovando infinite foto di gattini sulle bacheche, per gli attentatori sarebbe stato certamente più complicato e dispendioso capire su quale pista gli agenti stessero lavorando.

 

Fonte immagini
Foto 1: https://twitter.com/ClaireForet/status/1323380578478182400
2: https://twitter.com/Helvetistani/status/1323397174626029568/photo/1
3: https://twitter.com/toowildcat/status/1323376843341312000/photo/1