Axel, dalla ruota del camion a una casa amorevole

C’è poco da raccontarsela, per quanto certamente siamo noi a decidere di recarci al rifugio, o da una volontaria, quando decidiamo di allargare la famiglia felina, sono loro a scegliere noi e non viceversa; noi ci limitiamo a guardare in quegli occhi da favola e farci stregare. Qualche volta l’incontro non avviene nemmeno al rifugio, è il nostro futuro micio che “viene a cercarci” e impeccabilmente ci trova. Proprio questo è accaduto alla piccola Axel e al suo umano, l’utente Reddit JustAnotherGoodGuy.

AxelAdottata1
Fonte: http://www.boredpanda.com/

È così che è stata scoperta la gattina. Sola, spaventata, aggrappata alla ruota del camion come a uno scoglio durante una tempesta. Mamma gatta esisteva, si è poi scoperto, ma era stata vista abbandonare i cuccioli e andarsene per i fatti suoi; dei fratellini della piccola nessuna traccia.

banner

Il pensiero di lasciare questa gattina in balìa della strada proprio non è andato giù a JustAnotherGoodGuy, che ha quindi contattato la moglie e inviato una foto della micia. La loro conversazione è andata più o meno così:

Posso portarlo a casa?

E chi mai potrebbe dire di no a un musetto come quello?

La gattina è stata battezzata Axel e portata subito dal veterinario.

AxelAdottata2
Fonte: http://www.boredpanda.com/

La visita ha rivelato l’età di Axel, vale a dire 4/5 settimane, nonché il fatto che fosse una femmina. Per il resto, è risultata in buona salute. Ovviamente, JustAnotherGoodGuy e sua moglie hanno acquistato il necessario per completare lo svezzamento.

AxelAdottata3
Fonte: http://www.boredpanda.com/

Fortunatamente gli animali già presenti in casa, un gatto di 19 anni e un cane di 2, hanno accolto Axel senza problemi. Tanto che lei si è decisamente acclimatata, e ora si sente più a casa che mai!

AxelAdottata4
Fonte: http://www.boredpanda.com/

Eccola che dorme, rilassata e serena, senza un solo pensiero in testa.

Sono storie, queste, che rinnovano la fiducia nell’umanità. Perché se tra i membri della razza umana ci sono persone con un cuore così grande, allora c’è forse speranza.

Buona vita, Axel!