Barry Stewart e i suoi allievi: angeli per gli animali

Tanto, ultimamente, si discute di bambini e ragazzini non educati al rispetto per la vita, che si tratti dell’anziano di turno o degli animali. Troppe le storie di cuccioli adottati, poi abbandonati come fossero peluche quando il figlio si stufa; o di gatti che, stufi del modo di giocare troppo brusco del piccolo di casa, si ribellano e per tutta risposta vengono marchiati come aggressivo. Non può perciò che scaldare il cuore l’iniziativa di Barry Stewart, insegnante di costruzione edilizia presso una scuola della città di Jacksonville, Florida. Si tratta per la precisione della Englewood High School.

BarryStewart1
Fonte: http://www.reshareworthy.com/

C0n l’aiuto di Stewart, e a beneficio dei randagi, tanto cani quanto gatti, ragazzi come quelli ritratti in fotografia costruiscono cucce per gli animali senza casa. In questo modo, consentono a cani e gatti sfortunati, che non godono della fortuna di un tetto sulla testa e un divano tutto loro, di ripararsi dalle intemperie e ritagliarsi un angolino tranquillo dove dormire, o magari, chissà, partorire in pace.

banner

BarryStewart2
Fonte: http://www.reshareworthy.com/

Una volta concluse, queste case in miniatura vanno anche sia a rifugi per animali sia a persone in difficoltà economiche, che hanno bisogno ad esempio di una cuccia per il loro animale.

Non finisce qui: queste cucce sono costruite davvero col cuore, pensando anche alle necessità dei volontari dei rifugi per animali. Quelle destinate ai gatti più selvatici, infatti, sono dotate di tetto removibile per facilitare il recupero, per così dire, nel caso debba essere visitato o messo in gabbia per qualsiasi ragione. Se una di queste piccole case è pensata per essere posta all’aperto, i materiali sono trattati in modo che trattengano il calore il più possibile.

BarryStewart3
Fonte: http://www.reshareworthy.com/

Associazioni animaliste come la Friends of Jacksonville Animals ovviamente ringraziano questi giovani eroi a pieni polmoni. Ma non sono solo gli animali e i volontari a beneficiare di questa iniziativa: anche i ragazzi stessi, entrando in contatto con la straziante realtà del randagismo e con le storie di animali abbandonati a se stessi. Ne guadagnano la loro sensibilità e il loro cuore, e non a caso diversi tra gli allievi del signor Stewart diventano poi volontari a loro volta. Quello che fanno, in breve, li educa al rispetto degli animali come esseri viventi. Ed è un dono prezioso per le nuove generazioni.