Come disegnare un gatto: quando i disegni sono esilaranti

Prec1 of 2Succ
Usa ← → le frecce per cambiare pagina


Che i gatti siano un elemento pressoché onnipresente nel mondo delle arti visive, non è una novità e non sorprende realmente nessun gattofilo. Non è un caso del resto se ai felini nell’arte è persino dedicata un’app per il cellulare. C’è una ragione, comunque, se diversi pittori si sono dedicati a portare su tela i gatti: oltre all’ovvio fascino della loro flessuosa figura, catturarne l’essenza non è facile. Questo, però, non significa che anche noi comuni mortali non possiamo tentare, e produrre persino risultati interessanti! Lo dimostra la pagina Facebook “La parte strana dell’Internet”, in cui è stato pubblicato un album intitolato proprio Come disegnare un gatto. Eccone alcuni divertenti estratti!

Qualche volta i gatti assumono pose strane, che rendono invisibili le loro affusolate zampe o una coda folta a cui sarebbe difficile fare giustizia con una matita in mano.

banner

Facile disegnare un serpentone, dopotutto. Basta aggiungerci le orecchie appuntite!

E chi le distingue le zampe in questa forma sinuosa tutta nera? È tutta occhi, orecchie e pelo soffice!

La sola difficoltà, in questo caso, è tradurre in disegno le zampe feline. Il resto è tutto in discesa.

Più semplice di così! Zampa, gomito, testa… e basta.

Il livello di difficoltà di questa posa è forse leggermente maggiore. Le lunghe zampe stese si notano bene, come quelle anteriori ben raccolte. Nondimeno, il disegnatore di turno se l’è cavata comunque bene!

Altri disegni esilaranti alla pagina successiva..

Prec1 of 2Succ
Usa ← → le frecce per cambiare pagina