Come Nick Canning si consola non potendo adottare un gatto

Sicuramente la stragrande maggioranza dei nostri lettori, proprio in virtù dell’essere appassionata di gatti, non riesce a immaginare la sua esistenza senza un felino al suo fianco. Accade però anche, per triste che sia, che le condizioni di vita, attuali o temporanee che siano, non permettano di mettere in atto un’adozione. Questo è il caso di Nick Canning, giovane uomo che da sempre desidera accogliere in casa un micio, ma è attualmente impossibilitato a farlo per la presenza del suo cane, un Pastore Australiano, e per la misura troppo ristretta della sua casa. Ecco allora come Nick Canning si consola non potendo adottare un gatto: interagendo con tutti i felini che incontra e facendosi scattare una foto con loro.

Fonte: https://www.instagram.com/ncanning2014/

Talvolta si tratta di gatti di amici, in altri casi di randagi o comunque felini di provenienza ignota. Si dice che nessun gatto, ad oggi, si sia rifiutato di comparire sull’obiettivo… quasi che con il loro sesto senso riconoscano in lui qualcuno che li ama e li adora, e mai farebbe loro del male.

banner

Fonte: https://www.instagram.com/ncanning2014/

Le fotografie variano parecchio nello stile… e talvolta anche nel soggetto. Infatti, in mancanza di gatti in carne e ossa Nick si accontenta anche di dipinti e manifestazioni artistiche a tema.

#cat #paintingcat #nofilter

A post shared by @ncanning2014 on

Tutti questi scatti vengono poi pubblicati sul di lui profilo Instagram, con regolarità e passione. Attualmente ha raggiunto quota 2.669 follower.

Fonte: https://www.instagram.com/ncanning2014/

“Nessuno dei gatti è mio, anche se lo vorrei tanto. Non vedo l’ora di potermi permettere una casa mia abbastanza grande per adottare un micio” 

Come Nick Canning si consola non potendo adottare un gatto, di certo altrettanti gattofili riempiono quel vuoto in maniere colorate, originali. Un vuoto che può sembrare qualcosa di poco rilevante a chi non ama questi animali, ma che è parecchio ben sentito se l’adozione rientra a pieno titolo tra i progetti di vita.