Foto – Gatti cattivissimi, pronti a conquistare il mondo!

I gatti dominano il mondo. Qualunque gattofilo lo sa. Già lo facevano, alla luce del sole, ai tempi dell’Antico Egitto; oggi, secoli dopo, zampettano tra noi conquistando umano dopo umano alla loro causa… chi con le buone e le lusinghe, e chi con la grinta e, per così dire, le cattive. Ecco una galleria di gatti cattivissimi pronti a conquistare il mondo!

Il primo della lista è ovviamente Loki, noto in rete come “il gatto vampiro”.

banner

Fonte: http://www.top13.net

Loki è nato così, con i canini sporgenti abbastanza da essere visibili e quell’espressione costantemente arrabbiata. In realtà, è un gatto come tanti… ma certamente ha la stoffa da prossimo dominatore del mondo, pronto a metterlo a ferro e fuoco se necessario!

Un altro probabile candidato è Koyuki, conosciuto come il Grumpy Cat giapponese.

Fonte: http://www.top13.net

Questo Scottish Fold, scherzosamente indicato come il rivale di Grumpy Cat, sembra arrabbiato con il mondo. Eppure, l’apparenza inganna…. forse?

Il nome di questo terzo micione, purtroppo, non ci è noto. Ma non poteva proprio mancare, in una galleria dedicata ai gatti cattivissimi.

Fonte: http://www.top13.net

Tutto in lui è perfetto: lo sguardo di ghiaccio, sia per quel che riguarda il taglio degli occhi sia il colore, nonché la posa delle zampe. Tutto considerato, questo Sphynx ricorda Mr. Burns dei Simpson, noto per la sua battuta storica: “Eccellente!”

E che dire di Albert, invece?

Fonte: http://www.top13.net

Con il suo sguardo che uccide e quel mantello che ricorda un poco quello di una pecorella, Albert è pressoché unico tra i gatti. E la sua reputazione è regolarmente documentata da prove fotografiche…

Fonte: http://www.top13.net

… un poco contrastanti a tratti, certo. Ma anche i migliori cattivi devono dormire del resto.

Fonte: http://www.top13.net

E a concludere questa galleria, una vera ciliegina sulla torta.

Fonte: http://www.top13.net

Com’è che si dice? Piccoli cattivi crescono! Questo cucciolino sarà certamente un degno erede per tutti i suoi predecessori.