Gatta porta i suoi piccoli all’uomo che le ha salvato la vita: lui la adotta

La storia che vi raccontiamo in questo articolo vi farà sicuramente lacrimare gli occhi per l’emozione. Siamo in Oklahoma, nel Midwest degli Stati Uniti. Qui, qualche tempo fa, dietro ad una concessionaria d’auto, un uomo ha trovato una gattina con una lattina incastrata in testa. La piccola miagolava, era spaventata e cercava aiuto. Così, uno dei dipendenti della concessionaria l’ha liberata, e lei si è allontanata. Ma non è finita lì…

banner

La nascita di un’amicizia

Il gestore della concessionaria, Bryan, venuto a conoscenza dell’accaduto, si è subito messo a cercare la gatta, e l’ha trovata nel retro del suo negozio. Così, ha subito preso il pollo che non aveva mangiato a pranzo, e lo ha dato alla micia. Quest’ultima lo ha letteralmente divorato! Era molto affamata e provata. Dopo qualche giorno, Sophie (questo il nome che le ha dato Bryan) è tornata. Bryan le aveva preparato una lettiera, cibo, acqua e delle asciugamani. In quel momento, si è accorto che Sophie aveva allattato da poco dei cuccioli: “Dopo aver finito il suo pasto, ho messo la sua ciotola per il cibo e l’acqua dietro il mio negozio, e ho costruito un letto con una scatola e alcuni asciugamani, sperando di rivederla o che mi portasse i suoi gattini”, le sue parole rilasciate a Love Meow. Da quel momento, comunque, tra di loro è nata una fortissima amicizia.

L’epilogo felice

Dopo qualche tempo, Bryan ha capito che Sophie e i suoi piccoli vivevano in una casa vicino alla concessionaria. Il proprietario della casa non poteva tenerli tutti, e sperava che Bryan potesse prenderli. La figlia del proprietario, però, non era d’accordo, così Bryan ha atteso che i piccoli crescessero ancora un po’. Per una settimana Bryan non ha visto nessuno di loro, e ha pensato che alla fine l’uomo avesse deciso di tenerli. E invece, una sera, si è ritrovato Sophie davanti alla concessionaria con i suoi due gattini, in cerca di cibo. “Mi sedetti sui gradini, chiamando i gattini – ha detto Bryan – Entrambi si sono avvicinati a me dopo qualche minuto. Non erano più così nervosi, ma piuttosto giocosi. Li ho portati dentro e finalmente li ho potuti accudire”. Nonostante l’allergia di sua moglie ai gatti, Bryan ha deciso di tenere con sé Sophie, e di affidare i due piccoli (nel frattempo cresciuti) a un suo dipendente. “Non è stato facile con le allergie di mia moglie, ma ora va meglio. Sophie fa parte della nostra famiglia”.

Foto gentilmente concesse da Bryan Sheppard (@flynbyu23, Instagram)