Gatti camaleonti, specialisti in oggetti e con tecniche a sorpresa

Come noterà il lettore attento e dalla buona memoria, GcomeGatto ha dedicato già più di un articolo ai cosiddetti gatti camaleonti, i felini più bravi nel mimetizzarsi nell’ambiente. I protagonisti di questo pezzo nello specifico, però, hanno una loro, per così dire, specializzazione: sanno sfruttare gli oggetti con maestria, e alcuni conoscono anche tecniche a sorpresa ignote ai più. Scopriamo insieme i nostri maestri camaleonti!

Fonte: http://www.top13.net

Siamo sinceri: andare a cercare un gatto proprio dove ce n’è uno dipinto è davvero difficile che venga in mente. Probabilmente quella punta di coda, posizionata, incidentalmente o no, dove si troverebbe quella del micio bidimensionale, non attirerebbe neanche l’attenzione.

banner

Colore, anche per ciò che riguarda gli oggetti, chiama colore. Ergo, non c’è di che stupirsi se questi due micioni hanno scelto, per mimetizzarsi…

Fonte: http://www.top13.net
Fonte: http://www.top13.net

… un oggetto che li richiama non solo nel colore, ma anche nella forma. In questo senso la pensata del tappetino è davvero più che geniale!

Fonte: http://www.top13.net

In mancanza di altro, anche una tenda può servire al suo scopo. Abbastanza trasparente da sfidare provocatoriamente gli umani di casa a individuare la sagoma al di sotto, non tanto da rendere troppo facile il compito. E sarà un caso, che il micio sia color crema come la tenda?

Occorre, a questo punto, lasciare spazio ai gatti camaleonti dall’inventiva più buffa e singolare.

Sappiamo bene, da bravi gattofili, come i nostri mici possano appallottolarsi tanto bene da diventare davvero una elisse di pelo e carne. Ma ammettiamolo, ci vuole fantasia eccelsa per diventare parte di un cappello con visiera…

Fonte: http://www.top13.net

… o l’equivalente felino di un pallone da calcio, con tanto di macchie nere su bianco.

Fonte: http://www.top13.net

Che dire, poi, di questa fotografia?

Fonte: http://www.top13.net

Sarà un caso, forse il micione stava solo cercando una via di accesso ai croccantini, ma resta di fatto che ha sistemato la testa esattamente dove si trova quella disegnata sulla busta. Non solo: si tratta similarmente di due tigrati.

E a voi è mai capitato di vedere i vostri gatti camaleonti esibirsi in numeri del genere?