Gatti di Napoli in cerca di aiuto: cercano adozione e un luogo sicuro

Le ragioni possono essere molteplici, e competono più alla sociologia che non a chi, non essendo preparato in materia, non può che formulare teorie spicciole, ma è un dato di fatto che nella nostra società, e in determinate situazioni, la gentilezza e la tolleranza sono sempre più spesso un qualcosa di poco poco praticato. Bersaglio di sentimenti opposti a questi sono frequentemente gli animali. Chi li ritiene sporchi e portatori di malattie, oltre che fastidiosi, non si fa remore a scacciarli. Vittime di questi pregiudizi e di cattiveria sono proprio alcuni gatti di Napoli in cerca di aiuto. La situazione di cui si sta parlando ci è stata segnalata da una lettrice, Valeria D’Onofrio, e noi vi diamo voce volentieri nella speranza che venga risolta al meglio per i mici.

Foto fornita da Valeria D’Onofrio.

Lo scenario in cui avevano trovato rifugio questi gatti è ben poco accogliente, o adatto a una colonia. Si tratta di una discarica abusiva, meta di senzatetto e persone di malaffare, che vivono al confine della legalità o persino oltre. Questo significava, per i mici, una vita grama e un rischio concreto di essere bersaglio di atti violenti anche piuttosto deprecabili, come riti satanici, impiccagione e morte tramite fuoco. Non era raro nemmeno che diventassero cibo per i senzatetto. E in aggiunta a tutto ciò le femmine, lasciate a se stesse e non sterilizzate, davano vita continuamente a nuove cucciolate. Tutte potenzialmente destinate a un epilogo come questo. Il tutto, senza contare le patologie di cui soffrivano e che l’incuria non faceva che peggiorare.

banner

Foto fornita da Valeria D’Onofrio.

Oggi, la vita è leggermente migliorata per questi felini. Rimangono comunque gatti di Napoli in cerca di aiuto, bisognosi di più di una zampa tesa.

Gatti di Napoli in cerca di aiuto
Foto fornita da Valeria D’Onofrio.

Grazie a Valeria, i mici della discarica hanno alcune cucce in cui ripararsi, ciotole piene di cibo e acqua, nonché una mano amica che si occupa di metterli in gabbia e portarli dal veterinario quando ce n’è bisogno.

Nonostante questo, la soluzione migliore sarebbe comunque rimuoverli da quella situazione complicata. A questo fine servono stalli o adozioni, affinché questi gatti non rischino più di essere oggetto di angherie e non rischino di incontrare la persona sbagliata al momento ancor peggiore.

Foto fornita da Valeria D’Onofrio.

Se, come comprensibilmente può accadere, non siete nelle condizioni di accogliere un nuovo amico a quattro zampe, esiste comunque la possibilità di fare una donazione. Valeria ha fornito la sua Postepay, che pubblichiamo a seguire.

POSTEPAY: 4023 6009 4405 7522

Per maggiori informazioni, Valeria ha dato la sua autorizzazione a pubblicare il suo numero di telefono: è possibile contattarla al 3347787820. 

Ci auguriamo che tanti aiuti arrivino ai mici di Valeria!