Gatti reagiscono alla gravidanza: ecco a voi Sparta e Loki!

Qualcuno forse si ricorderà del micio tigrato Sparta, che nel mondo dei gattofili e tra gli Youtuber, qualche anno fa, ha creato una certa sensazione. Il suo umano, Cory Williams, gli dedicò una canzone, The Mean Kitty Song, dove Sparta veniva giocosamente presa in giro per la sua attitudine pestifera. Oggi, in un video in cui i suoi gatti reagiscono alla gravidanza della sua compagna, Sparta mostra un lato molto più tenero!

gattigravidanza1

banner

A sette settimane dal parto, Sparta, la tigrata, e Loki, il biancogrigio, hanno iniziato a percepire la presenza del bambino. E come se volessero trasmettere anche alla piccola il loro amore, hanno iniziato a dimostrarsi estremamente affettuosi verso la quasi-mamma.

gattigravidanza2

Forse Sparta e Loki hanno percepito qualcosa di nuovo nella loro umana, e incuriositi le si sono avvicinati per capire cosa fosse. E forse, quando hanno percepito che si trattava di un essere piccolo e fragile, un cucciolo, si sono inteneriti. Del resto, anche gli animali si ammorbidiscono negli atteggiamenti quando si tratta di interagire con dei cuccioli. Sanno, per istinto, che un cucciolo sa essere irruento e impulsivo, e tendono generalmente a portare più pazienza di quanta ne porterebbero con un loro simile adulto.

gattigravidanza3

Chi lo sa cosa percepiscono Sparta e Loki dal pancione, chimicamente parlando e a livello di feromoni e ormoni in genere? Di certo, senza dubbio alcuno, i due gatti reagiscono alla gravidanza con estrema tenerezza.

E se non bastassero le foto a dimostrarlo, esiste anche un video dedicato a questa splendida storia!

Quello che poi è accaduto dopo la nascita della bambina, battezzata Chell, è ancora più dolce.


 C’è tanta, tanta delicatezza mista a curiosità nei gesti dei mici quando approcciano la piccola Chell. E la sua bravissima mamma accarezza Loki e Sparta per prima, con gentilezza, come a insegnare da subito a sua figlia come si approcciano i mici.

Una storia, questa, che scalda i cuori. Anche i più duri.