Gattina affetta da sindrome di Manx: “Ha il cuore di una guerriera”

Minnie è una gattina affetta da sindrome di Manx, un difetto alla spina dorsale che le provoca gravi problemi di mobilità. Ha la colonna vertebrale più corta e ritorta che le causa, tra le altre cose, problemi di tipo intestinale e mobilità alle zampe posteriori ridotta. Quando è nata, dopo poche settimane, è stata portata in un canile, per poi essere accolta da Dannielle, fondatrice di Southon Rescue e Central Florida Fosters.

banner

La forza di Minnie

La colonna vertebrale, la coda e le ossa delle zampine hanno iniziato a formarsi in maniera anomala già nel grembo materno. Ma nonostante la sua disabilità, Minnie è una gattina forte e piena di energia: “Non lascia che nulla la rallenti e dall’inizio è stata determinata a muoversi e giocare”, dice Danielle.

Attualmente, Minnie è sempre sotto costanti cure e fisioterapie, affinché possano gradualmente migliorare il suo movimento e soprattutto l’utilizzo della lettiera. Le sue dimensioni sono ancora molto piccole per l’età che ha, ma “ha il cuore di una guerriera ed è sempre di buon umore. Adora le persone ed è curiosa e avventurosa“, fanno sapere dalla struttura che la ospita.

 

I progressi e la speranza

Grazie alle terapie, Minnie ha fatto grandi passi avanti, e Danielle e gli altri volontari sperano che possa migliorare sempre di più: “È una gattina felice, mobile e attiva che non ha idea di essere diversa”, dicono. L’obiettivo del Central Florida Fosters è quello di “normalizzare” sempre più le sue condizioni e garantirle un futuro quanto più autonomo e indipendente possibile.

Uno dei video di Minnie

In questo video girato dai volontari del rifugio, si vede chiaramente il difetto alle zampe posteriori; ma si vede anche una grande voglia di vivere, di giocare e di essere amata.

Fonte foto e video: https://www.facebook.com/centralflfosters/