Il gattino Floofy e la sua favola a lieto fine: come ha trovato due mamme

Chiunque sia entrato in contatto con un gatto randagio sa quanto questi animali possano essere diffidenti, distanti e persino sulla difensiva, spingendosi a comportamenti ostili al solo scopo di tenere lontano a un estraneo. Chi però sia andato oltre questa… barriera difensiva, sa bene anche che un gatto randagio, una volta offerta la sua fiducia, la regala per la vita. Una mamma gatta si è fidata di una donna, e grazie a questo il gattino Floofy e la sua favola a lieto fine sono i protagonisti di oggi.

Fonte: http://www.lovemeow.com

La vicenda è stata raccontata da un’amica della famiglia che l’ha vissuta, conosciuta come Ottmarhitzfeld.

banner

La miciona tigrata qui ritratta in foto ha iniziato a comparire nei pressi della casa di una gentile signora, che certo non si è tirata indietro: ha iniziato, giorno dopo giorno, ad offrirle cibo e si è piano piano guadagnata la sua amicizia.

Tanto che, un giorno, mamma gatta si è presentata sul suo balcone… con un piccino tra i denti. Il suo piccino, che aveva deciso di affidare alla sua amica umana.

Fonte: http://www.lovemeow.com

La signora, premurosamente, non si è certo tirata indietro. Ha preparato un comodo giaciglio che potesse ospitare sia la mamma sia il suo piccolo, sul balcone dal momento che la micia si è rifiutata di entrare in casa.

Fonte: http://www.lovemeow.com

E per un poco di tempo, qualche giorno, mamma gatta ha accettato con gratitudine. Ma è durato poco, perché per qualche strana ragione presto se ne è andata, lasciando Floofy, così è stato battezzato il micio, in custodia della signora.

A questo punto, non c’era più ragione di tenere il gattino sul terrazzo. Così, Floofy ha fatto il suo ingresso in casa.

Fonte: http://www.lovemeow.com

E bisogna dire che si è proprio adattato bene al cambiamento! Del divano ha fatto la sua postazione del sonno preferita; i due cani e l’altro micio di casa sono diventati la sua famiglia pelosa.

Il gattino Floofy e la sua favola a lieto fine, ne siamo certi, saranno certamente in grado di rallegrare le giornate di qualche lettore. Che altro dire? Buona vita, Floofy.