Gatto resta solo in casa per un mese: sopravvive mangiando zucchero

Vicenda a lieto fine, a Torino, per un gattino che è riuscito a salvarsi grazie ad intelligenza e intraprendenza. Per un mese, infatti, è rimasto solo in casa senza cibo né acqua a disposizione, ma ha trovato comunque un modo per sopravvivere…

Gattino nascosto – Foto di repertorio

Intrappolato in casa

La storia di questo gattino torinese è iniziata quando è morto il suo anziano umano. Quando i necrofori sono giunti in casa per prelevare l’uomo e i suoi animali, hanno trovato soltanto uno dei due gatti, pensando che l’altro fosse fuggito via spaventato dal grande via vai di persone. Il gattino protagonista della vicenda, invece, si era soltanto nascosto in un’altra stanza, e quando sono andati tutti via, è uscito dal suo nascondiglio ma è di fatto rimasto intrappolato da solo in casa. 

banner

L’allarme dei vicini

Dopo un mese di rumorini e miagolii continui provenienti dall’appartamento dell’uomo deceduto, i vicini hanno dato l’allarme. Sul posto è arrivata la Polizia Municipale accompagnata dai Vigili del Fuoco. Questi ultimi, tramite un’autoscala, sono entrati nuovamente nell’appartamento e hanno trovato il gattino. Ma come ha fatto a sopravvivere per un mese senza acqua e cibo? A quanto pare, il felino si è cibato di zucchero (è stata trovata una zuccheriera rotta) e dissetato con la poca acqua che usciva da un rubinetto. Per fortuna il micio, che è salvo grazie al suo ingegno, ora sta bene ed è stato affidato alle cure dei veterinari. 

Zucchero sul pavimento