Gatto salvato a Sarroch dopo tre giorni di agonia: ora sta bene

Ci sono occasioni in cui le forze dell’ordine si dimostrano estremamente reattive quando si tratta di mettere in salvo un animale in pericolo, e persino in alcuni casi la reattività diventa un vero e proprio cuore aperto. Accade, purtroppo, però anche che succeda esattamente il contrario, e che una creatura in fin di vita non incontri che muri di burocrazia. Lo sa bene un gatto salvato a Sarroch dopo tre giorni di agonia.

La foto che segue non è quello che si definirebbe esattamente piacevole, ma nel posarvi gli occhi vi esortiamo a ricordare che ora questo micio si è ristabilito.

banner

Fonte: http://www.unionesarda.it/

Era arrivato il 19 giugno presso il distributore di benzina situato lungo il tratto Cacip della Strada statale 195, a Sarroch, cittadina della Sardegna sita in provincia di Cagliari. Per tre giorni è rimasto lì nel piazzale, ferito e indebolito, bisognoso di cure specializzate.

I cittadini non sono stati completamente ciechi né indifferenti. Lo hanno notato, e impietositi hanno chiamato i vigili urbani. Che nonostante le ripetute segnalazioni non sono intervenuti. Il motivo di tale comportamento, dichiarato, secondo il sito Unionesarda.it dal comando della polizia locale, sarebbe il seguente.

“Purtroppo non siamo autorizzati a occuparci dei gatti, possiamo intervenire solo per segnalare la presenza di cani randagi particolarmente pericolosi: nella convenzione stipulata dal Comune con un canile privato, non è previsto il ricovero dei gatti”

In attesa di un intervento ufficiale, il povero gatto non è stato lasciato a se stesso. Ha raccontato Manuel Argiolas, titolare del distributore, a Unionesarda.it:

“Abbiamo avvisato la Polizia locale, senza avere alcuna risposta. […] Nei tre giorni in cui il gatto è rimasto nel nostro piazzale, gli abbiamo prestato soccorso come meglio abbiamo potuto. Fino all’arrivo dei veterinari il gatto è stato accudito da noi”

L’eroe della situazione, colui che ha dato un lieto fine a questa vicenda, è Roberto Mallus, comandante della compagnia barracellare del paese. Lui ha contattato la Asl, ed è stato inoltre mobilitato il personale del Dog Hotel di Assemini. Il 22 giugno il micio è finalmente arrivato tra le mani dei veterinari.

Sicuramente questo gatto salvato a Sarroch dopo tre giorni di agonia ringrazia sia Manuel Argiolas, sia chi dopo questo tempo incalcolabile ha decretato la sua salvezza.