Guida: ecco come il gatto comunica con noi

cat2I gatti comunicano principalmente con la coda e con il linguaggio del corpo; i miagolii e tutti gli altri vocalizzi li ‘dedicano’ esclusivamente a noi umani. Impariamo, allora, a comprendere cosa ci vuole comunicare il nostro micio:

  • Miagolio corto: saluto standard
  • Miagolii multipli: eccitazione
  • Miagolio di media intensità: richiesta di qualcosa come cibo o acqua
  • Un continuo mrrrrriao è la richiesta di qualcosa
  • Un mRRRRRRRiao ad una intensità più bassa della media è una protesta
  • Uno stridulo MMMMMMRRRRAAAAAOU! : rabbia, dolore o spavento
  • Rapido susseguirsi di miagolio tra i denti (come se stesse parlando): eccitazione, frustrazione
  • Una via di mezzo tra il miagolio e il classico ronzio delle fusa: Saluto amichevole, spesso usato dal gatto mamma per chiamare a raccolta i micini
  • Fusa: invito al contatto o bisogno di attenzione
  • Soffio: serio avvertimento aggressivo

 

banner

 

Favim.com-35672

I miagolii, come detto, sono sempre accompagnati da movimenti della coda o del corpo, ed è bene prestarvi attenzione.

  • Coda dritta con un ricciolo alla fine: felicità
  • Movimenti nervosi della coda: eccitazione o ansia
  • Peli dritti e coda all’insù: euforia
  • Coda vibrante: euforia, felicità di vederti
  • I peli della coda dritti, e la coda piegata a formare una sorta di “N“: estrema aggressività
  • I peli della coda dritti, ma la coda è tenuta bassa: aggressività o paura
  • Coda bassa tra le gambe: paura
  • Pupille dilatate: giocosità o eccitazione, ma anche aggressività
  • Sbatte gli occhi lentamente (quasi come se facesse degli ‘occhiolini’): affettuosità. Indica che il gatto si sente a suo agio con chiunque si trovi intorno a lui
  • Alza il muso e inclina la testa indietro leggermente: “Ti riconosce”. Il gatto seduto alla finestra potrebbe salutarti in questa maniera quando ti vede passare
  • Quando ti si struscia contro è la sua maniera di segnarti come di sua proprietà
  • “Baci” con il muso umido:  gesto affettuoso
  • Porta le orecchie indietro: paura, ansietà oppure euforia giocosa. Succede anche quando annusano qualcosa che attira la loro curiosità
  • Strofina testa, fianco e coda contro una persona o animale: rituale dei saluti
  • Ti colpisce con la testa: amicizia, affetto
  • Ti annusa la faccia: riconosce la tua identità utilizzando uno dei suoi sensi più sviluppati, l’olfatto
  • Tira fuori gli artigli: il gatto ti mostrerà le unghie come segno di felicità o di gioco; in ogni caso ti adora e sa riconoscere la giusta intensità con cui utilizzarle.
  • Ti lecca: definitivo segnale di fiducia. Il gatto ti considera come parte della sua famiglia, come una mamma gatta che pulisce i suoi cuccioli.

Fonte: www.wikihow.it