I gatti di Venezia e la Madonna della Salute

L’esperto gattofilo sa che i gatti, per quanto strano possa sembrare ai giorni nostri, non sono estranei alle navi. In gran numero, in passato, sono stati imbarcati per sgominare i ratti che, inevitabilmente, si intrufolavano sulle navi, rischiando di rovinare provviste e sartiame oltre a portare malattie. In particolare, nell’epoca della peste del ‘600 i ratti sono stati veicolo di questa infezione. Ed è in questo contesto che si inserisce il legame tra i gatti di Venezia e la Madonna della Salute.

banner

Fonte: “Cat of Venezia” by photobeppus is licensed under CC BY-SA 2.0

Il 21 Novembre a Venezia si festeggia la Madonna della Salute.

Quando la peste iniziò a viaggiare via mare, complici i traffici commerciali che hanno reso ricchissima la Venezia del tempo,  i veneziani provarono a correre ai ripari e nello specifico cominciarono a selezionare razze di gatti con uno spiccato istinto alla caccia, come “soriani” provenienti dalla Siria.

Purtroppo, la misura risultò presto insufficiente. Vennero allora organizzate spedizioni in Dalmazia, allo scopo di riempire le navi di gatti e lasciarne altri liberi tra calli e campielli. Fu un periodo d’oro per i gatti, percepiti come salvatori dalla popolazione veneziana.

Come ben ci insegna la storia, ahimè, anche queste precauzioni non hanno potuto fermare l’avanzare della peste. Ci azzardiamo però a affermare che, senza i gatti, Venezia avrebbe forse sofferto ancora di più questa piaga!

Fonte: “Venice Cat” by Reading Tom is licensed under CC BY 2.0

Ecco spiegato, dunque, il legame tra i gatti di Venezia e la Madonna della Salute. Ci sono lettori veneziani? Sapete raccontarci di più su questa leggenda? Nel caso, sentitevi liberi di scriverlo nei commenti!