Il celebre felino Baby Yoda è scomparso, o così pare

Altro che cantanti e attori. Le vere star del web, oggi, sono proprio le nostre tigri domestiche. Tra le celebrità feline, per l’appunto, c’è proprio Baby Yoda, che deve il suo nome alle sue orecchie, calanti come quelle dell’omonimo personaggio cinematografico appartenente alla saga di “Star Wars”. Eppure, non sempre la fama porta risultati positivi. Stando alle ultime notizie, il celebre felino Baby Yoda è scomparso.

Il celebre felino Baby Yoda è scomparso
Fonte: https://blog.theanimalrescuesite.greatergood.com/

Joy, questo è il nome per così dire ufficiale del micio, era ospite presso i volontari della Humane Society of Rowan County NC, un rifugio sito negli Stati Uniti e per la precisione nella Carolina del Nord. L’ha trovata a Kannapolis una persona gentile, che impietosita dalla ferita al collo della micia e dall’infezione respiratoria di cui era vittima l’ha affidata appunto alla HSRC.

banner

Fonte: https://blog.theanimalrescuesite.greatergood.com/

Sin da quando i volontari della HSRC lo hanno presentato, chiedendo donazioni utili a finanziare le sue cure, Joy è diventata una star.

Non era, però, destinato a rimanere a lungo tra le mani amorevoli di chi lo aveva soccorso. Infatti, il celebre felino Baby Yoda è scomparso. 

Tutto è iniziato quando una donna si è rivolta ai volontari, affermando che Baby Yoda altri non era che il suo micio smarrito. Il confronto con le fotografie fornite dalla donna, però, non aveva convinto la responsabile del rifugio. Proprio per sciogliere l’enigma, era stato richiesto il consulto di un ulteriore veterinario.

La presunta “padrona” di Baby Yoda pare abbia minacciato una denuncia. I successivi eventi non sono ben chiari, ma quel che è certo è l’epilogo. Ovvero, sembrerebbe per iniziativa del veterinario che aveva in cura il gatto, Joy è stata restituita a chi la aveva reclamata.

Fonte: https://www.facebook.com/HumaneRowanNC/posts/2620268924755320

Per giunta, ancora prima che le cure necessarie venissero completate. Non solo: la “padrona ritrovata” avrebbe richiesto il denaro raccolto dalla HSRC per completare il ciclo di cura di Joy. Da parte sua, la no-profit si è dichiarata pronta a pagare le spese veterinarie, come suo dovere in quanto responsabilità a livello legale, per un totale di 932,00 $.

Attualmente, per incredibile che sia, di Baby Yoda non si sa altro. Certamente se giungeranno altre notizie non esiteremo a renderle note!