Il gatto nero Pushkin e l’ex Pontefice: un incontro… peculiare

Nel 2010, il Pontefice era Joseph Ratzinger. Un Papa che, lo sanno bene i gattofili più informati, per i gatti aveva, e ha tuttora che ha rinunciato alla carica, una vera e propria passione. Sempre al 2010 risale la sua visita all’Oratorio di Birmingham (Inghilterra), a cui presiedeva Padre Anton Guziel… assieme al suo micio, Pushkin. E Papa Ratzinger, ovviamente, ha incontrato entrambi. Quello che segue è infatti il resoconto dell’incontro tra il gatto nero Pushkin e l’ex Pontefice.

banner

L’arrivo del Pontefice presso l’Oratorio, avvenuto a settembre 2010, è stato salutato nientemeno che da Pushkin stesso. Il felino, infatti, attirato per qualche ragione dalla figura del Papa, ha miagolato in modo tanto sonoro da rendere immediatamente nota la sua presenza.

Ovviamente, la priorità è dovuta andare alla preghiera… ma una volta concluso il suo dialogo col Signore, l’ex Papa si è subito avvicinato a Pushkin, con un sorriso deliziato stampato in volto. Subito dopo, come farebbe chiunque di noi, si è messo a parlargli. “Non sei carino? Non sei carino?” ha detto, al micio. E si è informato, poi, sul suo nome e sulla sua età, mentre lo accarezzava e gli faceva i grattini dietro le orecchie. Infine, come a volersi presentare ufficialmente, ha stretto e scosso leggermente la zampa di Pushkin.

Lo scambio di cortesie tra il gatto nero Pushkin e l’ex Pontefice ha regalato al felino una sorprendente ondata di popolarità. Pare, infatti, che un prete canadese abbia scritto all’Oratorio di Birmingham raccontando di un omonimo del micio, a lui estremamente caro e tristemente deceduto. Non solo, Pushkin avrebbe ricevuto anche una cartolina con il disegno di un gatto da una gentile signora, nonché le lettere di alcuni felini di un convento di Carmelitane del distretto metropolitano inglese di Wolverhampton. La sua amica di penna più famosa è però la Principessa Michael del Kent, che gli invia ogni anno, inoltre, una cartolina di Natale.

E oggi, può vantare persino una corrispondenza con l’ex Pontefice!