Il nome dei gatti: una poesia di T.S. Eliot

Tante volte, quando arriva in famiglia un nuovo felino ci si rivolge a amici, conoscenti o magari persino al popolo di Internet per decidere il suo nome. È opinione di chi scrive che solo chi conosce il suo gatto un minimo possa regalargli il nome adatto. Lo scrittore e poeta T.S. Eliot, da parte sua, ha un’idea molto più affascinante, che esprime nella sua poesia Il nome dei gatti.

È una faccenda difficile mettere il nome ai gatti;
niente che abbia a che vedere, infatti,
con i soliti giochi di fine settimana.
Potete anche pensare a prima vista,
che io sia matto come un cappellaio,
eppure, a conti fatti,
vi assicuro che un gatto deve avere in lista,
TRE NOMI DIFFERENTI.

banner

Photo by Daria Shatova on Unsplash

Prima di tutto quello che in famiglia
potrà essere usato quotidianamente,
un nome come Pietro, Augusto, o come
Alonzo, Clemente; come Vittorio o Gionata, oppure Giorgio o Giacomo
Vaniglia, tutti nomi sensati per ogni esigenza corrente.
Ma se pensate che abbiano un suono più ameno,
nomi più fantasiosi si possono consigliare:
qualcuno pertinente ai gentiluomini,
altri più adatti invece alle signore:
nomi come Platone o Admeto, Elettra o
Filodemo –
tutti nomi sensati a scopo familiare.

Ma io vi dico che un gatto ha bisogno di un nome
che sia particolare, e peculiare, più dignitoso;
come potrebbe, altrimenti, mantenere la coda
perpendicolare, mettere in mostra i baffi o sentirsi orgoglioso?
Nomi di questo genere posso fornirvene un quorum,
nomi come Mustràppola, Tisquàss o Ciprincolta,
nome Babalurina o Mostradorum,
nomi che vanno bene soltanto a un gatto per volta.

Comunque gira e rigira manca ancora un nome:
quello che non potete nemmeno indovinare,
né la ricerca umana è in grado di scovare;
ma IL GATTO LO CONOSCE, anche se ma lo confessa.
Quando vedete un gatto in profonda meditazione,
la ragione, credetemi, è sempre la stessa:
ha la mente perduta in rapimento ed in contemplazione
del pensiero, del pensiero, del pensiero del suo nome:
del suo ineffabile effabile
effineffabile
profondo e inscrutabile unico NOME.

Photo by Karina Vorozheeva on Unsplash

Gli appassionati di musical ricorderanno certamente che questi versi, messi in musica, sono stati parte integrante del musical “Cats”.

E voi? Conoscevate la magia felina di Eliot?

I vostri mici vi hanno mai rivelato il loro nome segreto?