In ricordo di Elisabetta Barbieri, volontaria dal cuore grande, morta in un incidente stradale

“Se vieni al mondo sapendo di essere amato e lo lasci sapendo la stessa cosa, allora tutto ciò che nel frattempo è accaduto sarà valso la pena”, disse Michael Jackson in merito alla morte. E se in queste parole c’è anche solo un briciolo di verità, allora la vita di Elisabetta Barbieri valeva oro.

Il nome di questa donna è diventato noto a molti, nel circuito animalista della rete, di recente e per una triste ragione: la sua recente dipartita. Così, per ricordarla e ricordare il suo grande cuore, scriviamo questo articolo in ricordo di Elisabetta Barbieri e di Federico Tonin, che era con lei durante il viaggio che le è costato la vita.

banner

In ricordo di Elisabetta Barbieri
Fonte: https://www.foggiatoday.it/

Chi era Elisabetta Barbieri

Elisabetta Barbieri, nota come Betty, era una staffettista: vale a dire una persona che portava gli animali in adozione presso le loro famiglie. Viveva a Rho, vicino a Milano, ma collaborava attivamente con realtà anche geograficamente molto lontane, come l’ENPA di San Severo, in Puglia. Aveva un furgone speciale, tutto dedicato a loro.

In ricordo di Elisabetta Barbieri
Fonte: https://www.facebook.com/enpasezsansevero

L’incidente

Il 7 febbraio 2021 era in viaggio, sulla A14. Assieme a un collega volontario, Federico Tonin, stava accompagnando un gruppo di ex randagi verso le loro nuove dimore; con loro c’era l’autista del camion deputato al trasporto. Gli animali erano diretti a Bologna e a Milano. Proprio sulla A14, ad altezza Pesaro, alle ore 5:30 circa si è verificata la tragedia, un fatale tamponamento. Betty Barbieri è morta così, a 63 anni, e allo stesso modo le persone che la accompagnavano.

Purtroppo, nemmeno tutti gli animali sono stati fortunati. Ha perso la vita un cucciolo di pastore tedesco, che non conoscerà mai la sua famiglia. Alcuni cani, feriti, hanno ricevuto cure immediate.  Un paio di gatti sono scappati, e solo grazie all’aiuto di alcune volontarie, sono stati tutti recuperati.
Infatti, è proprio di oggi la notizia del ritrovamento di Milo, l’ultimo gatto che risultava ancora disperso.

In ricordo di Elisabetta Barbieri
Fonte: https://www.facebook.com/lostregattomolfetta/

I volontari e le Guardie Zoofile dell’Enpa di Pesaro sono intervenuti in supporto alla ASL, e un grosso aiuto è arrivato da due camionisti della ditta spagnola “Jon Juaregi Transportes”, che hanno offerto una mano nel portare a casa gli animali diretti a Milano.

In ricordo di Elisabetta Barbieri
Fonte: https://www.facebook.com/claudia.colli.501 
Hanno caricato tutti i cani e gatti, hanno atteso 7 ore che avvenisse il trasbordo e non hanno accettato nemmeno un euro come compenso per il disturbo.
Sono stati fantastici perché senza di loro tutto sarebbe stato più difficile e gli animali sarebbero stati più a rischio. Buon rientro a San Sebastian.

Il ricordo dell’Enpa

E ora, è tempo di dedicare spazio alle parole gentili rivolte a Betty da chi l’ha conosciuta, amata e stimata.
Tutto il mondo animalista è straziato da questa enorme tragedia. L’impegno di Elisabetta Barbieri ed il suo staff è sempre stato sincero, costante, mettendo al primo posto il benessere degli animali. Troppo spesso si dimentica il ruolo fondamentale di persone che come Elisabetta trasportano ogni giorno animali per portarli a centinaia di chilometri per dargli la possibilità di iniziare una nuova vita. Elisabetta e il suo staff hanno collaborato con l’Enpa in moltissime occasioni, aiutando le nostre Sezioni. Sono centinaia gli animali che oggi vivono felici nelle loro nuove famiglie anche grazie a lei. Il suo impegno ha fatto la differenza. Ci mancherai Elisabetta. La nostra Associazione ti ricorderà sempre con immensa gratitudine.
Così la ricorda l’Enpa di San Severo nel post in cui viene narrata la tragedia.
Un utente Facebook, A.D.M., la saluta così.
A Lei, a questa bella anima che ora potrà giocare sul ponte dell’arcobaleno coi suoi amati animali, dedico commosso questo post e, pur non conoscendola, la ringrazio per quanto ha fatto per loro e, soprattutto, per noi.
Noi, da parte nostra, In ricordo di Elisabetta Barbieri abbiamo queste parole. Parole di chi non la conosce, ma al contempo, per strano che sia, la ricorda con l’affetto di chi sa quanto bene abbia portato al mondo.
Ciao, Betty. Che la terra ti sia lieve.