Jackson, il gatto bello come una star abbandonato dopo anni di adozione

In questo articolo vi parliamo di Jackson Avery, un bellissimo gatto di due anni e mezzo, che non riesce a trovare una famiglia adottiva. Iniziamo col dirvi che questo nome gli è stato dato da alcuni volontari prendendo spunto dalla star omonima di Grey’s Anatomy, Jackson Avery, appunto. Il micio, infatti, è bello proprio come l’attore della famosa serie televisiva (anzi, molto più bello!). Jackson ha un passato non semplice, visto che è stato adottato quando era un cucciolo e poi riportato indietro dopo solo due anni, a causa del suo carattere particolare.

banner

L’impegno dell’associazione Fuori di Coda

Ora Jackson è in stallo presso l’associazione Fuori di Coda, le cui volontarie hanno deciso di rivolgersi ad una comportamentista per avere quante più informazioni utili su di lui. Come spiegato in vari post sulla pagina Facebook dell’associazione, l’esito di questo percorso ha stabilito che “per via del suo passato e di una probabile errata gestione, Jackson non ha imparato a gestire correttamente le relazioni con le persone. Ha poco autocontrollo e presenta un confine molto labile tra coccole/gioco e fastidio. Ciò significa che può infastidirsi improvvisamente e apparentemente senza motivo”.

Ciò, però, non significa che sia un gatto aggressivo, anzi. Bisogna solo avere pazienza e rispettare i suoi tempi e le sue modalità. Basta imparare a conoscerlo e a leggere il modo in cui comunica.

Requisiti per l’adozione

Per Jackson sarebbe opportuna un’abitazione grande, con spazi anche all’aperto, preferibilmente da parte di una famiglia senza bambini. L’ideale sarebbe una famiglia pugliese, per consentirgli di proseguire il percorso con la comportamentista attuale. Jackson è un simil siamese di 2 anni e mezzo, è castrato, microchippato, regolarmente vaccinato, trattato con antiparassitario e vermifugo e testato FIV-FeLV (negativo). Per lui le volontarie si augurano un futuro pieno di “rispetto e amore, perché è un gatto che chiede solo attenzioni”.

Fonte foto: Pagina Facebook Fuori di Coda (https://www.facebook.com/fuoridicoda)