Jovanotti mette all’asta i suoi oggetti per aiutare 30 gatti di Lucignano

Ci sono, al mondo, animali che vivono in un climao di ostilità e non hanno davvero nulla a parte una mano gentile che li nutre e, di tanto in tanto, regala loro una carezza affettuosa. La situazione descritta è similare a quella dei 30 mici di Lucignano, cittadina in provincia di Arezzo, quindi in Toscana, la cui sopravvivenza è stata per anni legata alla loro gattara, Marisa.

Quando, poco dopo l’8 dicembre, la signora Marisa è deceduta, per questi gatti si sono aperte prospettive ben poco felici. L’erede designato ha dichiarato di volerne sapere nulla, e che i gatti avrebbero dovuto presto sloggiare. Per fortuna, la solidarietà non è mancata. E tra gli altri, Jovanotti mette all’asta i suoi oggetti per aiutare 30 gatti di Lucignano.
Dopo il regalo di Natale a favore del rifugio di Ossaia, opera di nuovo per gli animali.

banner

L'immagine può contenere: scarpe
Fonte: https://www.facebook.com/silvia.borri.50

Tutto è cominciato con il post di Silvia Borri, che con molta umiltà ha chiesto pubblicamente aiuto per mettere almeno una pezza a questa situazione disperata.

È la prima volta che scrivo per chiedere un aiuto così grande e per far arrivare la notizia ovunque. Chiedo scusa se…

Gepostet von Silvia Borri am Mittwoch, 2. Januar 2019

I 30 mici di Lucignano, ha raccontato Silvia Borri, vivevano in casa assieme a Marisa. Una casa che, in realtà, era poco più di una stanza con stufa, lettino e acquario. Praticamente una catapecchia nei campi.

Fonte: https://www.facebook.com/silvia.borri.50

Dopo la morte di Marisa, è arrivato l’aiuto, oltre che di Silvia, di una “vicina di catapecchia”. Non era abbastanza, però. Questi gatti avevano bisogno di trovare una nuova sistemazione e venire visitati da un veterinario con urgenza.

gatti colonia lucignanoEcco, quindi, la motivazione del post di Silvia Borri.

La cui richiesta di aiuto ha dato origine a un fiume di solidarietà. Al 10 gennaio 2019 dei 2500 Euro prefissati ne sono stati raccolti 1800. E non finisce qui: a questa iniziativa si sono uniti anche l’edicola di piazza Giotto , Anna Mazzi nel negozio “Annarose” di via Cavour ad Arezzo e Diletta Salvi in via Mecenate a Capolona.

Dulcis in fundo, come detto, anche Jovanotti aiuta i 30 mici di Lucignano: è stata Francesca Valiani, la moglie del cantante, a comunicare la decisione e annunciare l’asta.

In tutto questi, questi 30 mici cercano ora adozione. Chi fosse interessato può contattare Silvia Borri.

Non resta che augurare tanta fortuna a questi felini, e ringraziare nuovamente il buon cuore di Jovanotti!