Kamwei Fong e i suoi ritratti felini dal pelo curiosamente folto

Sono ormai innumerevoli gli artisti che hanno ritratto Sua Maestà il Gatto, e altrettanto vari sono gli stili in cui ha preso vita su carta, o su tela. C’è chi ne ha enfatizzato il lato più strambo, chi ha realizzato un’intera linea di tatuaggi, e persino chi li ha utilizzati come modello per fotomontaggi fotografici di altissimo livello… o ci ha mostrato come li vede chi è affetto da schizofrenia. Ce n’è insomma per tutti i gusti, sia per chi ama uno stile più naturale, sia per un pubblico che ami le stravaganze. Kamwei Fong e i suoi ritratti felini rientrano in una sorta di zona grigia, perché per quanto in alcuni casi non facciano mostra di una linea puramente naturalistica, le figure che nascono dalla penna di Fong possiedono in gran parte dei casi le classiche caratteristiche feline.

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

E non solo. Possiedono una qualità di pelo tanto folto che, senza saperlo, sarebbe impossibile pensare che il solo pennello di questo artista sia una semplice penna dal tratto fino.

banner

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

I suoi gatti sono parte di una serie di disegni che lui ha battezzato come The Furry Thing.

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

Prendiamo ad esempio questo gattone acciambellato. Non solo la posa è decisamente somigliante a quello di qualsiasi micio in carne e ossa, ma… fa venire voglia di sporgersi ad affondare la mano in quella nuvola di pelo setoso!

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

A coda alta, ora, si avvicina in amicizia e con tranquillità.

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

Ed eccolo nei panni in cui molti di noi lo preferiamo: pensoso, riflessivo, forse intento a meditare sulla grandezza del mondo. Lo stesso mondo che, direbbero alcuni, ha visto cambiare radicalmente dall’epoca degli Egizi, quando era adorato come una divinità.

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

Il tocco di classe, in questo disegno è certamente la posizione delle zampe. Di certo questo Micio è paffutello, ma la grazia non gli manca.

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

Ci sono, poi, come anticipato, ritratti un po’ meno fedeli alla realtà. A cominciare da questi, in cui mancano in toto rispettivamente le quattro zampe e naso e bocca…

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

… a creazioni più fantasiose, che giocano con la sinuosa coda felina e col suo corpo in genere.

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/
Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

Senza dubbio, Kamwei Fong e i suoi ritratti felini ci insegnano che i gatti hanno più di una forma!

Fonte: https://www.instagram.com/kamweiatwork/

Chi desiderasse seguirlo sui social, può trovare Fong sia su Facebook che su Instagram.