La disavventura del gatto Eden, smarrito ad Asti e ritrovato a Savona

Spesso, quando si parla di “storie da film”, saltano alla mente vicende talmente incredibili da essere prese persino per una burla. La disavventura del gatto Eden, però, avrà pure del bizzarro ma rimane comunque reale. Eccome se lo è. Di più, si dipana da Asti a Savona. E a ben pensarci, assomiglia a una favola.

La disavventura del gatto Eden
Fonte: www.lastampa.it

Tante sono le tentazioni, per un gatto abituato a vivere libero. E per Eden, il portone aperto di un furgone è risultato davvero irresistibile. Come chiedere, del resto, a un gatto di rinunciare alla curiosità che è nella sua natura? Così, con un balzo, si è infilato all’interno. Restandovi intrappolato, purtroppo, nel momento in cui la sua via d’uscita gli è stata negata da chi, ignaro della sua presenza, ha proseguito il suo viaggio di lavoro.

banner

Così è iniziata la disavventura del gatto Eden. Che dal suo Piemonte e dalla sua città, Asti, a bordo di un furgoncino, si è diretto a Savona, in Liguria.

Arrivato quasi al termine del viaggio è rimasto parcheggiato, così come il mezzo, presso il piazzale del Priamar.

Per allora, la sua assenza stava già tormentando il suo umano. Che, alla disperata ricerca del suo amico a quattro zampe, aveva tappezzato Asti e dintorni di volantini. Di certo, finché è rimasto suo malgrado nascosto nel retro di un furgone, ritrovare Eden sarebbe stato pressoché impossibile.

Quando, infine, le porte della sua prigione si sono aperte gli deve essere sembrato un sogno. Finalmente libero. Non era, però, il suo ambiente quello in cui si era ritrovato, né casa sua. Al contrario, si è trovato a dover sopravvivere con le unghie e con i denti.

Tutto considerato, questo micio sfortunato avrebbe potuto non tornare a casa mai più, no? E invece, poiché parliamo di una favola, il lieto fine c’è.

Ha cominciato a dipanarsi quando Eden, stanco e affamato, in cerca di calore, ha scelto come rifugio il condotto di aerazione di un condominio nelle vicinanze del centro commerciale “Il Gabbiano” di corso Ricci. E lì, a udire il suo grido di aiuto, è stata Enpa Savona.

Sono stati i 10.200 follower, e le tante condivisioni, a riportare Eden a casa. Il suo umano, commosso, è saltato in auto ed è corso a prenderlo appena avuta la notizia.

Ed è così, con l’abbraccio immortalato in foto, che termina questa favola. E forse, per i protagonisti, ricomincia.