La gatta Tenny è stata adottata dall’ospedale di Oderzo

Vi abbiamo già parlato di lei in questo articolo: la tenerissima gatta Tenny, come Tenacia, che da mesi staziona davanti all’ingresso dell’ospedale di Oderzo. Non si sa chi aspetta, probabilmente il suo umano che è entrato in ospedale e non ne è più uscito. Ma oggi, possiamo dire con gioia, che la gatta Tenny è stata adottata dall’ospedale!

adottata gatta Tenny

banner

Ma andiamo con ordine. Tenny si è presentata davanti all’ospedale nell’inverno del 2017. Da subito è stato chiaro che non avesse alcuna intenzione di andare via. Carmen, una signora dal buon cuore, vedendola lì sola e sconsolata, ha deciso di portarla a casa sua. Nella nuova casa ha ricevuto tutte le cure possibili, ma Tenny è andata in depressione: non mangiava ed era sempre mogia.

A malincuore, la signora le ha permesso di tornare davanti all’ingresso dell’ospedale, perchè era lì che Tenny voleva stare. Infatti, non appena ha ripreso a presidiare l’ospedale, ha ritrovato vitalità ed appetito. 
Tenny è quindi diventata la mascotte del nosocomio e del personale che vi lavora. Per questo motivo, l’ospedale ha deciso di adottarla! Non solo: molte persone del posto, intenerite dalla storia della gattina, si recano in portineria carichi di doni per lei, specialmente sotto forma di cibo.

gatta tenny adottata

L’ospedale di Oderzo, per questo gesto bellissimo, verrà premiato l’anno prossimo dall’Accademia dei Gatti Magici, l’associazione che ogni anno assegna “gli oscar felini” per chi si è distinto nel mondo del volontariato animalista e non.

Intanto godiamoci questo bellissimo video dedicato a Tenny e ringraziamo TrevisoToday:


Bisogna ringraziare, tra tutti, la signora Carmen D’Angelo, impiegata dell’ufficio cassa, che dal primo momento si è prodigata per la gattina cercando di trovarle una sistemazione. Dapprima portandola a casa con lei, e poi cercando di assecondare il suo desiderio di tornare davanti all’ospedale.

E alla fine ci è riuscita, le ha trovato una casa con tantissime persone che le vogliono bene.