La giornata nazionale del gatto libero, un’idea da oltreoceano

Chi ama davvero lo fa con il cuore, non con gli occhi. È per questo che un gattofilo vero sa vedere il centro vivo e pulsante, fatto di debolezza e vulnerabilità, anche nel Felis domesticus meno… domestico e ben poco avvezzo al contatto umano. La giornata nazionale del gatto libero, ricorrenza del 16 ottobre che è in vigore proprio negli Stati Uniti, mira a festeggiare proprio quei mici più restii a concedersi alla mano umana e alle pareti di una casa.

Chi ama davvero lo fa con il cuore, non con gli occhi. È per questo che un gattofilo vero sa vedere il centro vivo e pulsante, fatto di debolezza e vulnerabilità, anche nel Felis domesticus meno... domestico e ben poco avvezzo al contatto umano. La giornata nazionale del gatto libero, ricorrenza che è in vigore proprio negli Stati Uniti, mira a festeggiare proprio quei mici più restii a concedersi alla mano umana e alle pareti di una casa. 
Fonte: https://sites.psu.edu/

Questa giornata dedicata è abbastanza recente. Non esisteva, infatti, fino al 2001. L’idea di istituirla è nata a L. Holton and B. Robinson, volontari della Alley Cat Allies, una no-profit dedicata proprio ai gatti meno acclimatati all’essere umano. Quelli che, di loro volontà, non si fanno nemmeno sfiorare con la punta di un dito e magari escono a mangiare solo quando chi ha servito loro il cibo si è allontanato a sufficienza. Eppure anche questi mici, sebbene non possano esserne consapevoli, hanno bisogno di cure occasionali e soprattutto di essere sterilizzati, o castrati a seconda del sesso. Senza i loro benefattori, le loro vite sarebbero molto più corte.

banner

La giornata nazionale del gatto libero punta proprio a evidenziare il lato più fragile di questi sfuggenti felini, quello forse in grado di intenerire i cuori giusti.

Fonte: https://www.pestsmart.org.au/

Sì, perché laddove è facile lasciarsi ammaliare da un felino tutto fusa, testatine e coccole, ci vuole il cuore adatto a vedere il lato più nascosto di un gatto libero che desidera restare tale. Serve l’occhio adatto per cogliere le piccolissime, minuscole concessioni di fiducia che regala a chi lo nutre giornalmente, e la consapevolezza che molto probabilmente non si spingerà mai oltre richiede una generosità non comune, la capacità di dare ricevendo proporzionalmente poco in cambio da creature che, semplicemente, non sono in grado di offrire di più.

Fonte: https://www.australiangeographic.com.au/

Saper amare questi animali significa comprenderne le necessità, la complessità e le sventure a cui vanno incontro. Vivere in strada non è facile, nemmeno per creature come i gatti.

https://www.nola.com/

Tutti noi, nel nostro piccolo, possiamo festeggiare a nostro modo la giornata nazionale del gatto libero. Anche se per questo 2019 ormai è trascorsa. Basta davvero poco, talvolta, per rendere più semplice la vita di un gatto di strada. Un gesto privo di egoismo, a loro dedicato, potrebbe davvero cambiare la loro piccola vita.