La tragica morte dei gattini di Molfetta: una storia straziante

La parola “specismo” è entrata nell’uso comune relativamente da poco tempo, eppure ben presto si è garantita una diffusione notevole. Per chi non ne fosse al corrente, con questo termine si identifica la tendenza a mettere sempre, in ogni circostanza, i bisogni della specie umana al di sopra di quelli degli altri abitanti del pianeta. Tale atteggiamento conduce facilmente all’indifferenza verso la condizione di chi umano non è, e a ignorare il loro benessere o la loro salvaguardia. La tragica morte dei gattini di Molfetta si può collegare in qualche modo allo specismo: non c’è stata sufficiente considerazione per la colonia felina ubicata presso il giardino della sede comunale di Lama Scotella.

La tragica morte dei gattini di Molfetta
Fonte: https://www.facebook.com/lostregattomolfetta/

Parliamo di specismo perché, purtroppo, e costa persino parlarne, il decesso è avvenuto durante le operazioni di sfalcio dell’area, dove ormai l’erba era diventata alta e indomabile. Non era un mistero che Lama Scotella ospitasse una colonia felina, tanto che essa è regolarmente registrata. I responsabili di colonia, però, non sono stati avvisati preventivamente. E proprio questa disattenzione ha condotto alla tragedia.

banner

La tragica morte dei gattini di Molfetta, quindi, è figlia di non sufficiente cura per il benessere degli animali, di fronte alla necessità del tutto umana di mantenere in ordine la vegetazione.

La tragica morte dei gattini di Molfetta
Fonte: https://www.facebook.com/lostregattomolfetta/

Le mamme gatte, improvvisamente private della loro prole, non capiscono cosa sia accaduto e percepiscono soltanto quel legame lacerato così dolorosamente e d’improvviso.

Alla vicenda è sopravvissuto solo un cucciolo, messo ora al sicuro.

La tragica morte dei gattini di Molfetta
Fonte: https://www.facebook.com/lostregattomolfetta/

Anche l’associazione di zona “Lo Stregatto” ha denunciato l’orribile accaduto.

Fonte: https://www.facebook.com/lostregattomolfetta/

llsindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, pare abbia già inizializzato le necessarie verifiche per determinare la dinamica della tragedia e conseguentemente le relative responsabilità. Come riporta “Ilgiornale.it”, si è detto estremamente rammaricato.

È una notizia che ci addolora e ci sgomenta oltremodo. Da sempre siamo sempre stati dalla parte degli animali e degli animalisti. Nella sede di Lama Scotella, ma anche nei giardini di altre sedi comunali, ospitiamo colonie feline. Ci siamo attivati per l’apertura di un gattile e da sempre diamo il massimo supporto alle associazioni animaliste. Saremo anche uno dei pochissimi comuni italiani ad avere un grande dog park attrezzato. Siamo al lavoro per individuare le responsabilità perché episodi come questo non debbano più avvenire.

Nessuno potrà riportare in vita questi innocenti, e nulla potrà cancellare la tragica morte dei gattini di Molfetta. Ma forse, si può fare in modo che non accada mai più nulla del genere.