L’acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico è in pensione

Londra non difetta affatto, nella sua storia, di gatti in posizione per così dire di potere. Fu del resto Winston Churchill, affascinato da un gattone rosso, a dare inizio alla dinastia dei Jock; senza contare che diversi ministeri, tra cui il Tesoro inglese, sono dotati di felini a loro rappresentazione. Nel caso del Tesoro inglese, ad abitare i locali adibiti pare ci sia un gatto già dai tempi di Enrico VIII. Nella categoria dei “gatti di potere” fino a poco fa rientrava anche Palmerston, il micione bianco e nero del ministro degli Esteri. Ora però l’acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico è in pensione.

l'acchiappatopi del ministro degli esteri britannico è in pensione
Fonte: https://www.tgcom24.mediaset.it/

Palmerston, noto appunto come “acchiappatopi capo”, era in servizio da quattro anni e mezzo dopo essere giunto al ministero degli Esteri dal rifugio di Battersea. La causa esatta del pensionamento non è nota, considerando anche che era diventato personaggio molto seguito. Sull’account Twitter a lui dedicato è stata postata una divertente lettera di dimissioni.

banner

L'acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico è in pensione
Fonte: https://twitter.com/DiploMog

Tradurre l’intera lettera allungherebbe oltre misura questo articolo. Per riassumere, e rendere comprensibile il contenuto, vi diremo semplicemente che nella lettera viene menzionato come il CoVid19 abbia costretto anche Palmerston a lavorare da casa, e come con l’occasione si sia reso conto di non essere più giovane come prima e di apprezzare la tranquillità che negli edifici ministeriali non potrebbe assaporare.

L'acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico è in pensione
Fonte: https://www.tgcom24.mediaset.it/

Pare, quindi, leggendo tra le righe, che la ragione per cui l’acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico sia in pensione, riguardi effettivamente la sua età. Forse, però, non solo questo ha portato alla decisione finale.

Secondo alcuni resoconti, infatti, la rivalità con il collega Larry, il gatto del n° 10 di Downing Street, residenza storica del Primo Ministro inglese. Di Larry si dice che sia pigro, ma altrettanto pronto a difendere il suo territorio da altri felini. Cosa di cui sembra Palmerston abbia più volte fatto le spese.

Quel che è certo, è che Palmerston mancherà a molti. Tanto che gli è stato dedicato un video di “pensionamento”.

Ora che l’acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico è in pensione, si gode la tranquilla vita di campagna. Ma chissà che, di tanto in tanto, non regali ai fan uno scorcio della sua nuova routine utilizzando il suo profilo Twitter!

L'acchiappatopi capo del ministro degli Esteri britannico è in pensione
Fonte: https://www.tgcom24.mediaset.it/