Lenticchia, la gatta guarita da un tumore grazie a una gara di solidarietà

In questo articolo vi raccontiamo la storia a lieto fine di una gatta, Lenticchia, che è guarita da un tumore dopo essere stata scaricata dai suoi umani proprio perché malata. La sua vicenda è molto emozionante e allo stesso tempo fa rabbia, perché mette radici nel dolore e nell’abbandono.

 

banner

Lenticchia e l’arrivo in colonia

Come dicevamo, Lenticchia ha subito purtroppo il trauma dell’abbandono nel momento più difficile della sua vita. Doppiamente tradita, lasciata sola proprio quando aveva maggiore bisogno di cure e di amore. La gatta è stata scaricata davanti ad un gattile, “la colonia di Antonietta”. E questa è stata la sua unica fortuna. Antonietta, infatti, da vent’anni soccorre i felini della strada e quelli che subiscono incidenti, per dare loro cure e accoglienza. Nella sua “dimora” ci sono tanti gatti dai nomi bizzarri: Bacino, Tortino, Bocca di Rosa, e poi è arrivata Lenticchia. Questi nomignoli servono proprio ad esorcizzare la paura e rendere più leggeri i momenti difficili.

Il tumore

Quando è arrivata da Antonietta, Lenticchia aveva una strana macchia sul muso. Dopo le visite dal veterinario, si è scoperto che quella macchia era un grave carcinoma squamocellulare, una patologia molto grave che sembrava non potesse superare. Dopo l’intervento d’urgenza, è partita una raccolta fondi di grandi dimensioni, per raccogliere le risorse necessarie alle sue cure. Il web ha risposto in maniera incredibilmente solidale, e Lenticchia è riuscita anche a svolgere una terapia di riabilitazione. E ce l’ha fatta! Pian piano ha ripreso le sue forze contro ogni previsione. Un vero e proprio miracolo avvenuto grazie alla generosità di tante persone e alla dedizione che Antonietta ha per tutti questi dolci felini, per i quali ha creato un “orto rifugio”, dove farli vivere sereni e in mezzo alla natura.

Fonte foto: https://www.facebook.com/lacoloniadiantonietta/posts/266673144824851