Lo spot dell’associazione Furkids Animal Rescue and Shelters

Quello di cui un animale ha bisogno, per essere adottato e abbandonare la gabbia del rifugio in cui dimora, non è soltanto l’adottante giusto: è visibilità. A volte un post deve passare in centinaia di bacheche prima di approdare su quella giusta, e lo stesso vale per le pagine Facebook delle strutture, come i canili e i gattili, che ospitano animali in cerca di casa.

Come in tutte le cose, anche nel volontariato il passaparola aiuta; e per quanto il volontariato non sia un business, perché un animale venga adottato c’è bisogno di una buona promozione. Lo sa bene una no-profit della Georgia, che ha ideato un vero e proprio spot per i suoi ospiti: ecco lo spot dell’associazione Furkids Animal Rescue and Shelters.

banner

Il pesce rosso ha perso il sapore della novità? La pianta alloggiata nel vaso a forma di gatto non suscita più il vostro interesse? E allora venite a trovarci al Furkids Animal Rescue and Shelters! Possiamo offrirvi tutto ciò che potreste desiderare in un animale domestico!

Con queste parole inizia il video. A scorrere, subito dopo, sono le immagini degli ospiti del rifugio. Il gestore della struttura si vanta di avere a disposizione i gatti neri più neri che mai si siano visti, i più sonnacchiosi, i più amanti del cibo, i più grandi di taglia, così come gatti senza coda per chi non amassero le code. Non mancano neanche gatti… “esotici” come i Siamesi, i gatti provenienti dal SiamTutti gli ospiti felini, assicurano, si puliscono ampiamente da soli.

Poi, il gestore si rivolge direttamente ai mici: domandando ad alcuni di essi da quanto aspettino una casa tutta loro. E dopo ai potenziali adottanti, chiedendo se si siano mai sentiti come se si muovessero in cerchio, senza mai arrivare da nessuna parte. In tal caso, forse è il momento perfetto per adottare un gatto randagio! Dopo una breve parentesi sugli articoli in vendita presso le strutture della Furkids Animal Rescue and Shelters lo spot chiude con una panoramica dei felini in cerca di casa, lasciando che siano i loro occhioni e i loro sentimenti a parlare.

Forse lo spot dell’associazione Furkids Animal Rescue and Shelters non ha richiesto miliardi per essere realizzato, né include modelle in bikini… ma è sincero e simpatico. Ha, insomma, gli ingredienti giusti per colpire al cuore.