Nana, il gatto che da 2 anni visita ogni giorno la tomba del suo umano

Ogni giorno, da due anni, fa visita alla tomba del suo “papà umano”, purtroppo morto, con cui aveva un rapporto davvero speciale. È la storia speciale del gatto Nana, che non ha mai dimenticato il suo amico, Ab Aziz Ismail, e continua a salutarlo a modo suo dove è sepolto. A raccontare questa storia è Hasnah Che Amat, la moglie di Ab Aziz, e spiega che il gattone color zenzero ogni mattina si accovaccia sulla tomba dell’uomo, a circa cinque metri dalla loro abitazione, e lì trascorre molto tempo. E se non raggiunge la tomba, si corica sul cofano della sua vecchia auto o sull’altalena, i luoghi che Ab Aziz preferiva.

gatta sulla tomba del suo umano
Si ringrazia per la foto Astro AWANI Photo

Dopo la morte dell’uomo, i familiari, per circa 40 giorni, hanno fatto visita ogni giorno alla sua tomba, per pregare, ma tutte le volte trovavano lì Nana, che li anticipava sempre. Nana era entrato in famiglia circa sei anni fa, e Ab Aziz l’aveva subito amato.

banner

gatta sulla tomba del padrone
Si ringrazia per la foto Astro AWANI Photo

Purtroppo delle problematiche ai reni hanno causato la sua scomparsa nel 2018, causando profondo dolore anche all’animale: “Quando mio marito andava alla moschea per le preghiere di Subuh, Nana lo aspettava al cancello di casa. Lui sapeva che al suo ritorno lui gli avrebbe dato da mangiare. I due avevano un rapporto davvero speciale”, racconta la moglie dell’uomo.

gatta nana tomba umano
Si ringrazia per la foto Astro AWANI Photo

Nei primi tre mesi successivi alla morte dell’uomo, il gatto ha perso l’appetito, dimostrando così tutto il suo dolore per la perdita dall’amico. Ora si è ripreso dallo choc e ogni giorno, insieme all’intera famiglia, partecipa al ricordo di Ab Aziz: “Abbiamo assistito al miracolo dell’amore di Nana per il mio defunto marito: ogni venerdì mattina, quando andiamo a pregare sulla tomba, lui è già lì”.