Nati due gatti selvatici scozzesi, razza vicina all’estinzione

Quando di una specie restano al mondo tra i mille e i quattromila esemplari, essa rischia di scomparire dalla nostra Terra. Tecnicamente parlando, si parla in questo caso di animali funzionalmente estinti: ovvero presenti in un numero insufficiente a garantire la sopravvivenza della specie, considerando anche nell’equazione lo stato del loro habitat. È purtroppo il caso del gatto selvatico scozzese. Sul cui versante giungono però buone notizie: presso l’Aigas Field Center di Beauly, nelle Highlands, sono nati due gatti selvatici scozzesi.

Nati due gatti selvatici scozzesi
Fonte: www.ross-shirejournal.co.uk

Questa nascita rientra nel progetto di ricostituzione della specie portato avanti congiuntamente dalla Scottish Wildcat Action e dal Royal Zoological Society of Scotland.

banner

Nati due gatti selvatici scozzesi
Fonte: Ben Jones /SWNS.COM

Il fatto che siano nati due gatti selvatici scozzesi di sesso femminile è particolarmente fortunato perché le due cucciole, da adulte, saranno una risorsa importante per la riproduzione.

Nati due gatti selvatici scozzesi
Fonte: Ben Jones /SWNS.COM

Le due nuove nate, essendo femmine, potranno diventare gravide e quindi offrire una chance in più, per la sua sopravvivenza, al gatto selvatico scozzese. Con il tempo, la loro prole, se tutto procede come deve, sarà liberata in natura.

Nati due gatti selvatici scozzesi
Fonte: Ben Jones /SWNS.COM

Una bella notizia per il gatto selvatico scozzese, certo, ma anche per il gatto di Kellas, incrocio tra questa specie e il gatto domestico, nonché per il suo parente “mitologico”: il Cat Sith, creatura del folklore che infesta le Highlands scozzesi ed è in grado di rubare l’anima di un defunto durante il tempo che intercorre tra la morte e la sepoltura.

In questo modo, anche la leggenda rimane viva e pulsante.

Nati due gatti selvatici scozzesi
Fonte: Ben Jones /SWNS.COM