Pill Bug, il gatto nano che sembra sempre un cucciolo

Anche i gatti possono essere affetti da malattie o alterazioni genetiche. È il caso di Pill Bug, un gattino di Boston che ha rischiato di morire per la sua patologia.

Una foto recente di Pill Bug

Indice degli argomenti:

La storia di Pill Bug

Pill Bug, a cinque settimane dalla nascita, non cresceva neppure un po’. Sembrava sempre un cucciolo appena venuto al mondo, e tutto lasciava pensare che ci fosse qualcosa che non andava. Era denutrito rispetto agli altri piccoli, nonostante un carattere grintoso e combattivo. Oltre ad essere più magro e basso, i suoi arti erano corti, più del normale, ed è stato soprattutto questo indizio a lasciar ipotizzare che ci fosse qualche problema genetico. A un certo punto le sue condizioni sono peggiorate, così tanto da dover essere idratato e alimentato artificialmente.

banner

Pill Bug nei primi mesi di vita

La svolta

Ma la storia di Pill Bug è a lieto fine. L’esperta Heather Fontaine-Doyle del Broken Tail Rescue, infatti, ha studiato la sua situazione iniziando a nutrirlo in base al metabolismo e alla patologia da cui era affetto, a cui è stato dato un nome: nanismo. “Penso che sapessimo da sempre che era probabilmente un gatto nano, ma non ci siamo arresi”, ha detto l’esperta. Dopo nove settimane Pill Bug ha raggiunto un peso adatto alla sopravvivenza, e oggi, nonostante le difficoltà e i limiti imposti dalla sua malformazione, non smette di correre, divertirsi e scoprire il mondo.

Pill Bug in un altro scatto recente

Di seguito, un video tenerissimo di Pill Bug che si prende le coccole dalla sua umana.

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pill Bug (@pillbugkitten)

Fonte Foto: https://www.instagram.com/pillbugkitten/
https://www.instagram.com/brokentailrescue/