Si cerca adozione per settanta gatti: erano in casa di un’anziana deceduta

Non sempre, nella vita, si è consci dei propri mezzi e capacità. E c’è chi, spinto dalla gentilezza e dal buon cuore, vuole fare del bene finendo per causare in realtà sofferenza a chi vorrebbe aiutare, o persino salvare. Questa è una delle cause che porta all’accumulo di animali, ovvero la tendenza a ospitare in casa più del numero medio di animali domestici, senza rendersi in conto di non essere in grado di fornire loro le necessarie cure veterinarie ed il cibo per mantenerli in salute. Proprio di accumulo di animali si è macchiata un’anziana donna di Roma, recentemente deceduta. E per questa ragione, ora si cerca adozione per settanta gatti.

Si cerca adozione per settanta gatti
Fonte: www.lastampa.it

Quelle che seguono sono le parole di una volontaria Enpa presente al ritrovamento degli animali, come riportate da “LaStampa.it”, e descrivono l’accaduto.

banner

La situazione da subito è apparsa gravissima. Quando siamo entrati in casa ci siamo trovati di fronte a uno scenario apocalittico: 50 cuccioli morti, alcuni mangiati dagli stessi genitori, e 70 gatti denutriti, malati e in fin di vita.

È ufficiale, dunque: si cerca adozione per settanta gatti, tutti quanti in necessità di cure e amore.

La gravità delle circostanze ha spinto l’Enpa di Roma a chiedere la collaborazione del Comune di Roma. Settanta gatti sono tanti, e le privazioni che gli animali hanno sopportato fanno sì che serviranno tempo e risorse per riportarli in salute.

Così si è espressa la sezione Enpa a riguardo.

Riuscire in questa impresa epica e salvare tutti questi gatti dal degrado e dalla trascuratezza non sarà certo facile. Ci servirà anche il vostro aiuto e sostegno per aiutarci a regalare a tutti loro un futuro migliore e dignitoso!

I mici potranno essere adottati, sono bellissimi tutti a pelo lungo simil siberiani e per quelli per i quali non si troverà nell’immediato una casa, abbiamo richiesto formalmente al Comune di Roma e alla Asl territoriale, di intervenire per provvedere ad una loro collocazione in strutture convenzionate.

Se siete interessati ad adottarne uno, leggete questo post di Enpa Roma e mettetevi in contatto con i volontari.

Che dire? Non resta che augurare buona fortuna e una nuova, migliore vita a questi gattoni.