Simba, gatto eroe contro l’autismo e sopravvissuto a un terribile incidente

Non è una novità, per chi conosce bene i gatti, che la loro stessa presenza possa essere una fonte di guarigione per vari tipi di disturbi mentali e di apprendimento. In particolare, molteplici sono le storie che raccontano di un legame nato tra una persona e il suo micio; c’è stato anche chi grazie ai gatti ha ricominciato a parlare. Quando poi si parla di bambini e gatti, alla tenerezza si aggiunge ulteriore tenerezza. È il caso del pihgbccolo Kian, bambino inglese, e di Simba, gatto eroe contro l’autismo. Pur di non abbandonare il suo amico umano, Simba ha affrontato terribili prove, e tanto dolore.

Fonte: http://www.lastampa.it

Kian, racconta sua madre Becky Green, è nato prematuro, cosa che gli ha causato vari problemi di salute: in primo luogo l’autismo, e anche una sindrome da immunodeficienza secondaria, degenerativa dei tessuti molli e delle ossa. Prima dell’arrivo di Simba, circa sette anni fa, Kian gridava spesso e tendeva a procurarsi lesioni da solo. Quando però questo micio bianco-crema è entrato nella sua vita, è diventato il suo “luogo sicuro”, la presenza in grado di calmare le sue paure. E anche nei momenti peggiori, Simba si muoveva attivamente per calmare Kian.

banner

Qualche volta, però, sembra che il fato si diverta a deridere chi di conforto ha più bisogno. Il 9 ottobre 2017 Simba è sgattaiolato fuori dalla porta ed è stato investito, riportando una serie di terribili fratture alle zampe. Tanto gravi da spingere i veterinari a consigliare la soppressione.

Becky Green, però non si è voluta arrendere. Per amore di suo figlio, certo, ma anche perché Simba, nonostante tutto, ha dimostrato a suon di fusa e movimenti sofferti di avere voglia di vivere da vendere. Per quanto potesse fargli male, si trascinava pur di stare vicino a Kian.

Fonte: http://www.lastampa.it

In nome di questo, il micio ha subito numerose operazioni chirurgiche, da trapianti di pelle alla ricostruzione di un osso. Per un poco, è rimasto in clinica veterinaria, dove Kian andava regolarmente a trovarlo. Poi, 3 mesi fa, è potuto tornare a casa… anche se soltanto in attesa del successivo intervento.

Incredible news….. SIMBA IS PSEUDOMONUS FREE! He can come home and be looked after by us until his next operation. Oh…

Posted by Saving Simba on Donnerstag, 30. November 2017

Eccolo a casa con la sua famiglia, con le zampe finalmente libere. Ha ancora bisogno di analgesici e cure veterinarie, ma la strada è quella che va verso la ripresa.

A documentare i progressi di Simba, gatto eroe contro l’autismo, Becky Green ha aperto una pagina Facebook che aggiorna con costanza.

Chi volesse aiutare economicamente la famiglia a sostenere i costi di operazioni e terapie, può farlo inviando denaro tramite PayPal.

Kian is in total meltdown today. He won't speak to anyone and just wants to be alone. He says his head is screaming at him from overload. (Not a headache) so here is a video from our visit the other day to show that together they are better. It's not a case of kian needs Simba it's a 50/50 partnership and without eachother they just are a bit out of sorts. Simba is doing well and progressing how we would expect. If you haven't seen the journey please look through the earlier posts to see how far this hero has come xxx

Posted by Saving Simba on Freitag, 5. Januar 2018

E voi, avete mai avuto “un Simba”?