Sopravvissuto ad un incidente, apre il primo rifugio per gatti malati in Umbria

È sopravvissuto a un brutto incidente stradale che lo ha costretto a molti mesi di degenza in ospedale. Protagonista è Luigi Mario Maggiolini Pescari, che si è salvato dal sinistro e ha deciso di aprire un rifugio per gatti, sua grande passione e suo grande amore.

Il rifugio

Indice degli argomenti:

La donazione

Luigi ha consegnato ieri le chiavi del rifugio al sindaco del comune di Città di Castello. La cittadina umbra sarà la prima nella regione ad avere una struttura di questo tipo. Si tratta di un rifugio per gatti malati, quindi per gatti che non avrebbero speranza di sopravvivenza restando in strada. L’Oasi felina sorge su un’area di 360 metri quadrati, tutta recintata e curata nei minimi dettagli, anche nella scelta della pavimentazione. È divisa in 5 box, due destinati ai gatti affetti da malattie infettive, uno ai gatti in quarantena, e altri due ai gatti non infetti ma bisognosi di attenzioni. Le aree, ovviamente, sono tutte separate tra loro.

banner

La motivazione

Perché Luigi ha deciso di fare questo dono? Sicuramente perché gli eventi traumatici pongono l’attenzione sulle cose che contano davvero, ma anche perché il suo lungo recupero dall’incidente è stato scandito dalla presenza di numerosi gatti: “Grazie a loro ho superato un momento durissimo. Ho giurato che quando tutto sarebbe finito avrei fatto qualcosa per questi animali e finalmente ce l’ho fatta. L’Oasi felina è un sogno che si realizza”.

Fonte foto rifugio: https://www.facebook.com/4zampe/photos/pcb.10159108893769614/10159108893144614/