Spese veterinarie rimborsate per chi adotta nei canili in Umbria

Le iniziative a favore dell’adozione degli animali, piuttosto che dell’acquisto, sono ormai molteplici in tutta Italia. Tempo fa, persino, era stata espressa la possibilità di un piccolo finanziamento economico destinato a chi adottasse dai rifugi. Proposta, questa, definita da alcuni persino dannosa in quanto non incentiverebbe le adozioni fatte con il cuore privilegiando quelle che invece partono dal portafoglio.È invece più funzionale, a nostro modesto parere, l’idea che arriva da una regione del centro Italia: spese veterinarie rimborsate per chi adotta nei canili in Umbria.

Fonte: https://cattime.com/

La procedura, viene da sé, non è automatica. Si tratta di una possibilità offerta a persone in difficoltà economiche ed è firmata congiuntamente da Marco Squarta dei Fratelli d’Italia (Fdi)  e da Carla Casciari del Partito Democratico.

banner

Il testo, già diventato legge, prevede per determinate categorie economiche e per i disabili l’erogazione di spese veterinarie gratuite come la microchippatura e la sterilizzazione, ma non solo. Il pacchetto comprende anche la “corresponsione di agevolazioni a rimborso delle spese medico veterinarie o alimentari eventualmente sostenute”. L’iniziativa durerà tre anni con possibilità di proroga.

E da dove arriva, potrebbero chiedersi i più scettici, il denaro per questa iniziativa? È presto detto: tramite una “riduzione dei costi in materia di Servizi istituzionali, generali e di gestione”.

Secondo Fratelli d’Italia, dal provvedimento si genereranno vantaggi, certo, per gli animali in cerca di casa. Ma non solo.

“In questa maniera gli umbri che vivono in condizioni di fragilità potranno prendersi cura di un animale e allo stesso tempo si svuoteranno gradualmente le strutture che rappresentano un costo per le casse pubbliche e un impegno per i gestori”

A beneficiarne sarà anche la salute psicologica di molti, considerando l’efficacia della pet therapy.

“Grazie a questa iniziativa molti anziani potranno finalmente decidere di trascorrere insieme a un compagno fedele la loro esistenza con effetti positivi contro la depressione ma anche per la salute poiché l’assistenza di un amico a quattro zampe richiede comunque un movimento fisico. Troppe volte, purtroppo, lo spettro dei costi di gestione di un animale ha rappresentato un gradino insormontabile nella scelta di adottarne uno ma grazie a questa nuova legge accudire un cane o un gatto sarà certamente più semplice”

E voi, cosa pensate dell’iniziativa delle spese veterinarie rimborsate per chi adotta nei canili in Umbria?