Tigro – Diario di un gatto felv: un libro nato dall’amore più puro

I lettori di GcomeGatto ricorderanno, forse, l’articolo recentemente dedicato alla commovente lettera scritta da una bambina per il suo micio che aveva attraversato il Ponte dell’Arcobaleno. Nel pezzo, i più attenti non avranno dimenticato, si faceva accenno anche anche al libro da cui l’estratto era tratto, vale a dire Tigro – Diario di un gatto felv. Una piccola GRANDE storia d’amore, di Sabrina Musetti. Noi, commossi da quella lettera e incuriositi, abbiamo contattato l’autrice. E lei è stata tanto gentile da raccontarci di più sulla sua opera e sul rifugio per gatti Felv che i proventi delle vendite vanno a sostenere.

banner

Tigro, il protagonista del libro, non è un felino immaginario. Tutt’altro! È esistito davvero, e ha lasciato un segno indelebile nel cuore della signora Musetti.

Nel 2009, l’autrice ha compiuto il primo passo su una strada a volte dolorosa, che richiede cuore e coraggio: quella del volontariato animalista. E un anno dopo, proprio il volontariato le ha portato tra le mani Tigro, che ai tempi era solo un cucciolo da svezzare. Un cucciolo che però le ha rubato il cuore abbastanza da convincerla a tenerlo con sé, adottarlo davvero. Il destino, però, aveva in serbo una sorpresa crudele: il tanto amato Tigro aveva contratto la Felv, nota come “leucemia felina”. Al tempo questa terribile malattia era ancora relativamente sconosciuta tra i gattofili italiani, e così la signora Musetti ha deciso di agire per creare consapevolezza: ha dedicato una pagina Facebook al suo Tigro, in cui forniva anche informazioni sulla temibile Felv. A suon di post, discussioni e foto, tale pagina ha preso il volo e guadagnato follower su follower, tutti quanti inteneriti dalla storia di Tigro. Purtroppo, tutto l’amore del mondo non è servito a garantirgli una vita lunga: dopo 13 mesi, Tigro è spirato, con dolore non solo della sua umana ma dei suoi numerosi amici internauti.

Già dopo la morte di Tigro ha cominciato a prendere radici il primo seme che avrebbe poi portato alla pubblicazione di Tigro – Diario di un gatto felv. Una piccola GRANDE storia d’amore. I tempi, tuttavia, non erano maturi: erano necessari passi intermedi.

E infatti, proprio da alcuni utenti affezionati al piccino, è nata l’idea di un’associazione dedicata ai gatti soli e sfortunati: e così nell’ottobre 2011 è nata L’Impronta di Tigro onlus, in memoria di Tigro, certo, ma con un occhio al futuro e al benessere dei mici di strada che potevano forse avere ancora una possibilità. Sabrina Musetti ne è ovviamente diventata Presidente.

L’obiettivo a lungo termine, invero, era la realizzazione di un vero e proprio rifugio per gatti felv, questi gatti difficili da gestire anche per i più bravi volontari perché altamente infettivi, ma al contempo comunque estremamente bisognosi di cure.

Ci sono voluti quasi cinque anni, ma alla fine nel febbraio 2016 “La casetta dei mici Felvici” alla fine ha aperto i battenti. All’inizio, era solo una stanza affittata presso il canile di zona; successivamente, nel settembre 2016, si è trasformato in una vera e propria casetta, abbastanza grande da ospitare fino a 7/8 gatti.

Gatti come gli splendidi Tigrotto, Renny e Figaro.

Tigrotto, Renny e Figaro
Renny e Figaro

… nonché la dolce Scricciola.

Scricciola

La Felv è purtroppo un mostro crudele e ha portato via, nel suo modo improvviso e senza batter ciglio, Clim, Trilly e Bibi.

Clim, Trilly e Bibi
Clim, Trilly e Figaro

Alla fine, nel settembre 2015, Tigro – Diario di un gatto felv. Una piccola grande storia d’amore è stato pubblicato. Sabrina Musetti ha scelto fin da subito di destinare i ricavi ai gatti bisognosi e “La casetta dei mici Felvici”, e proprio a questo scopo ha preparato la pubblicazione in totale autonomia, occupandosi di impaginazione ed editing e preparando lei stessa la copertina; ha inoltre scelto poi il self publishing, affinché proprio nessuno potesse avanzare pretese sulle vendite del libro.

Il risultato? Eccezionale, tanto che Tigro – Diario di un gatto felv. Una piccola GRANDE storia d’amore ha perfino raggiunto un paio di volte il primo posto su Amazon nella categoria libri gatti!

Oggi, Sabrina Musetti convive con Tiky e Tabby, le sue due gatte Felv, e si prende cura dei randagi che il suo cuore gentile ha finito per attirare nel suo giardino.

Sabrina Musetti e Tiky

Recentemente, ha ripubblicato il suo primo libro Il riflesso della colpa, decidendo di destinare anche quei ricavi agli amati felini. Certamente non intende fermarsi qui, però, dato che in cantiere ha un altro romanzo, un ulteriore libro tagliato su misura per noi gattofili e una sorta di seguito dell’opera dedicata a Tigro, incentrata però sulle storie di Tabby e Tiky, nonché dei mici che sono, e sono stati, ospiti di “La casetta dei mici Felvici”.

Sabrina Musetti e Tabby

Un’amica  scherzando mi ha definito “la scrittrice dei gatti” e devo dire che questo nomignolo mi è piaciuto moltissimo. 

Chi volesse acquistare Tigro – Diario di un gatto felv. Una piccola GRANDE storia d’amore può farlo su Amazon, o semplicemente contattando l’autrice all’indirizzo e-mail tikysabry@gmail.com. Il libro è disponibile sia in formato cartaceo, sia in formato e-book.