Un gatto accompagna un gruppo di escursionisti, e loro lo adottano

Seppure sia vero che la gran parte dei gatti si adatta alla vita d’appartamento, e semplicemente così può essere felice, esistono mici che amano l’esplorazione alla fine. Non mancano all’appello nemmeno gatti escursionisti, e a dire il vero ne conosciamo più di uno. Oggi è la volta del gatto accompagna un gruppo di escursionisti. Per la precisione, il Gruppo Escursionisti Montefiorino.La mascotte del Gruppo Escursionisti Montefiorino

Fonte: https://gennylagattara.com/Pellegrino, questo micio bianco e nero, è diventato la mascotte del Gruppo Escursionisti Montefiorino (GEM) in una maniera… peculiare. La storia, infatti, è piuttosto curiosa e simpatica.

banner

Sabato 1 giugno i membri del GEM si sono ritrovati per l’appunto a Montefiorino, comune in provincia di Modena, per intraprendere una camminata fino a San Pellegrino in Alpe. Ad accoglierli, alla partenza, c’era lui, il micio. Il quale con ben poca timidezza si è avvicinato a loro, e per qualche ragione ha deciso di accompagnarli nella loro marcia.

Il percorso scelto dal gruppo consta di circa 30 km, e il gruppo si aspettava di salutare presto il suo nuovo amico felino. Lui, invece, ha tenuto duro. E ha impressionato Sergio, uno dei camminatori, al punto da portarlo a fare una promessa.

Se il micio non ci saluta prima di Pietravolta lo adottiamo, sarà la nostra mascotte.

La mascotte del Gruppo Escursionisti Montefiorino
Fonte: https://www.modenaindiretta.it/

Passo dopo passo, la compagnia e la perseveranza del micio hanno conquistato tutti. E il micio, da parte sua, non si è limitato a fermarsi a Pietravolta: li ha accompagnati fino alla fine del percorso.

La mascotte del Gruppo Escursionisti Montefiorino
Fonte: https://www.modenaindiretta.it/

Valter, escursionista del GEM, ha commentato così l’accaduto a “Modenatoday.it”.

Ci ha seguito per tutto il tragitto, più di 30 Km, senza mai perderci di vista.

Ora vive a casa con Sergio, è la nostra mascotte e ci seguirà in ogni avventura

E anche il suo nome, Pellegrino, non è casuale, come racconta la signora Patrizia.

Ci ha fatto tenerezza, l’abbiamo nutrito e accudito, ha fatto di tutto per farsi adottare. Visto che eravamo diretti a San Pellegrino abbiamo deciso di chiamarlo proprio Pellegrino. Ha percorso più di 30 km, non potevamo dargli nome più azzeccato.

Sarà la nostra mascotte, gli diamo il benvenuto nel gruppo.

Insomma, pare proprio che per la mascotte del Gruppo Escursionisti Montefiorino le avventure siano tutt’altro che finite!