In Lombardia si potranno seppellire gli animali con i loro umani: un prete bresciano si rifiuta

Recentemente, come abbiamo raccontato per esteso anche in un nostro articolo, in Lombardia è stata approvata una legge “particolare”: sarà permesso seppellire i propri animali assieme a chi lo volesse, una volta che anch’essi saranno giunti a miglior vita, ovviamente. Un’idea che però non piace a tutti. Ad esempio, un prete bresciano si rifiuta di seppellire gli animali con i loro umani.

Immagine di repertorio

Stando alla testata LaStampa.it, Don Marco avrebbe rilasciato la seguente dichiarazione:

banner

“Se qualche mio parrocchiano vuole farsi seppellite con il suo cane o il suo gatto, con tutto il rispetto per gli animali, si trovi un altro prete che lo porti al cimitero. Anche io ho una dignità”

Comunicazione che ha emesso tramite il suo account Twitter, come visibile dall’immagine che segue.

La situazione era ovviamente una miccia per la polemica, e proprio tale è stata. Sui social è scoppiato il dibattito, con tanto di animalisti infuriati con Don Marco.

Eppure, questa presa di posizione non dovrebbe stupire più di tanto. Non è la prima volta, e non sarà l’unica, che la Chiesa dimostra di guardare gli animali dall’alto in basso. Esistono eccezioni, è vero, ma se un prete bresciano si rifiuta di seppellire gli animali con i loro umani, sicuramente non sarà l’unico. Ci sarà senza dubbio chi si unirà per fare con lui un coro.