Un ultimo saluto a Franco Zeffirelli, un vero amante degli animali

Non esiste, probabilmente, cinefilo degno di tal nome che non abbia mai visionato l’opera di Franco Zeffirelli. Questo artista è stato un’istituzione nell’ambito della regia cinematografica, una leggenda vivente. Già, è stato, perché il 15 giugno 2019 ha chiuso gli occhi per sempre. E con sé ha portato un amore profondo per gli animali. Ecco perché GcomeGatto dedica un ultimo saluto a Franco Zeffirelli, nella forma di questo articolo.

Un ultimo saluto a Franco Zeffirelli
Fonte: https://www.greenme.it/

Il compianto regista era noto per essere, in primo luogo, un amante dei cani. Il suo primo amore sono stati i Jack Russell, preceduti da alcuni pechinesi. Successivamente, la sua casa si è riempita di trovatelli: prima tra tutti Musetta, adottata in Romania mentre l’artista era sul set del film “Callas forever”. Con lui dividevano la casa anche Biondella, cane di razza mista, Molly, Lalla e i due Jack Russell Dolly e Blanche.

banner

Nell’ambito di un ultimo saluto a Franco Zeffirelli, però, non si può non menzionare il suo impegno sociale a favore degli animali tutti.

Anche l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, ne piange la scomparsa, con questa dichiarazione riportata sul sito “Amicidicasa.it”.

Con Franco Zeffirelli scompare non soltanto un regista celebrato in tutto il mondo, amante ed interprete dei classici. Gli sono personalmente grata per l’adesione, nel 2010, al movimento “La Coscienza degli animali” di cui sono stata promotrice con un altro illustre italiano che ci ha lasciato: il professor Umberto Veronesi.

Un ultimo saluto a Franco Zeffirelli
Fonte: www.gettyimages.it

Pare che persino, durante la Prima giornata nazionale de “La Coscienza degli animali”, Zeffirelli abbia dedicato parole accorate ai suoi quadrupedi preferiti: i cani.

Ho amato e amo così tanto i cani che il mio sogno è quello di spegnermi con uno di loro al mio fianco. Li ho amati perché sanno dare quello che gli uomini, ormai, non sanno dare più: la fedeltà, l’amore completo e totale, il rispetto. Un cane ama chi ti ama, ma non esita a difenderti da chi vuole farti del male. E non è poco.

Sempre a lui è attribuita questa commovente citazione.

Quanta dolcezza, amore, voglia di vivere e di rialzarci dopo le sofferenze e le sconfitte possono trasmetterci gli animali!

Forse, non sarebbe onesto definire Franco Zeffirelli un gattofilo in senso stretto. Quel che è certo è che era dotato di una sensibilità non comune, in grado di comprendere il dolore e l’essere delle creature viventi tutte.

E questo, non è davvero poco.