Una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall’eutanasia

A livello di legge, il confine tra ciò che è giusto fare per il bene di un animale, e come è effettivamente possibile agire, è a volte molto nebuloso. Hanno così origine casi assurdi in cui c’è evidente maltrattamento, eppure occorre attendere lo svolgersi di iter estenuanti per poter mettere in salvo il quattrozampe in oggetto. E se si decide di agire prima dei tempi previsti, si rischiano sanzioni o persino il carcere, a seconda della legislazione. A New York, e precisamente a Long Island, una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall’eutanasia. Fortunatamente, questa storia ha un lieto fine.

Una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall'eutanasia
Fonte: https://coleandmarmalade.com/

Rebecca Katz, così si chiama la tata in questione, ha lavorato alle dipendenze di Julie e Russell per diversi anni. In questo tempo, ha avuto modo di affezionarsi al gatto di casa, Tigger. E quando, già due anni fa, i suoi datori di lavoro hanno cominciato a minacciare di farlo sopprimere per via di alcuni problemi comportamentali, Rebecca ha storto il naso, contrariata. Si è persino proposta di adottarlo, incontrando un diniego dietro l’altro.

banner

La situazione è precipatata a luglio, quando stando a “LaStampa.it”, Julie avrebbe detto a Rebecca:

Tigger ha appena vomitato sul mio bel divano … Ora basta, la porto a sopprimere.

Di fronte all’ennesima minaccia, Rebecca ha deciso di agire. Ha portato via Tigger, lasciandosi alle spalle un biglietto in cui spiegava la sua decisione.

Sono disposta ad andare in prigione e a dormire con gli scarafaggi per questo,

perché questo animale ha diritto alla vita.

Per amore, e per rispetto del valore di una vita, una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall’eutanasia.

Non solo. Per la sua salute, ha speso circa 1000 dollari. A suo favore è stata aperta una raccolta fondi, ora commutata con lo scopo di coprire le spese legali.

Una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall'eutanasia
Fonte: https://coleandmarmalade.com/

Purtroppo, nemmeno questo gesto accorato è servito a smuovere i due ex umani di Tigger. Che invece di accettare il fatto, hanno minacciato di chiamare la polizia se lei non avesse riportato il gatto a casa. Rebecca non ha ceduto, e di conseguenza la chiamata alle forze dell’ordine è stata effettuata, affermando che Tigger valeva almeno 500 dollari. Ha affermato inoltre di essere pronta a rimborsare le spese mediche effettuate. Alla fine, Rebecca è stata costretta a restituire il micio.

Eppure, la vicenda non finisce qui. Come già detto, questa è una storia a lieto fine.

Una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall'eutanasia
Fonte: https://www.nbcnews.com/

La famiglia ha sì ammesso di aver avuto in mente di richiedere l’eutanasia per via dei problemi di salute e dei dolori di cui soffriva da mesi Tigger. Ora, però, sembra abbiano cambiato idea, come ha spiegato l’avvocato Sanchez alla “Nbc News”.

La coppia ha promesso che daranno le cure adeguate a Tigger e non lo faranno abbattere. Sembrano parole sincere e spero che faranno la cosa giusta per questo gatto che ha sofferto così tanto.

Lo speriamo davvero anche noi, e così Rebecca. Anche perché pare che Tigger possa vivere ancora almeno 2 – 5 anni senza problemi particolari.

Nel frattempo, Rebecca dovrà comunque presentarsi in tribunale a risolvere la controversia. La speranza è che questo gesto d’amore non finisca per essere troppo dispendioso.

Una tata ha rubato un gatto per salvarlo dall'eutanasia
Fonte: https://nypost.com/