Vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis, in Sardegna

Per alcune persone, purtroppo, il concetto di compromesso e dialogo volto a una risoluzione sembra perduto, ed è diventata invece prassi reagire con la violenza alle divergenze di opinioni. Considerato l’argomento di questo articolo, è evidente che a qualcuno i gatti liberi della zona di Oristano, in Sardegna, non piacciono per niente. E come reazione a questo sentimento, ahimè, sono state vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis, costruite e posizionate con amore dalla signora Daniela Pintor.

Vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis
Fonte: www.passioneperigatti.it

Si presentavano così, linde, semplici e portatrici di un meraviglioso messaggio, le cassette dedicate ai mici di San Vero Millis, tra Mandriola e Sa Rocca Tunda. Per 100 gatti, tra ostilità umana e crudeltà insita nella vita di strada, le giornate possono essere dure. Tuttavia, risultano senza dubbio più leggere se ad attenderli, quando vogliono riposare e nutrirsi, ci sono mini strutture come queste. Questi piccoli rifugi rappresentano, in una parola, tutto l’amore di Daniela Pintor per i suoi mici.

banner

Purtroppo, nemmeno una settimana dopo la loro installazione, a opera di ignoti sono state vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis.

Vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis
Fonte: www.unionesarda.it

Poco importa che questi modesti rifugi di S’Area Scoada avessere anche lo scopo di cercare il compromesso con i detrattori dei felini, essendo anche punto pappa e mantenendo il territorio più pulito. Qualcuno non ancora identificato ha ben pensato di insozzare le casette nientemeno che con olio da motore.

Uno dei materiali più beceri da utilizzare a uno scopo simile, perché anche uno dei più inquinanti.

vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis
Fonte: www.unionesarda.it

Non saranno sufficienti, forse, cento lavatrici per ripulire le copertine lì posizionate da Daniela con tanto amore. Sarà forse necessario acquistarne altrettante, e si sa che per una gattara i soldi, già di per sé, non bastano mai.

vandalizzate le casette per gatti di San Vero Millis
Fonte: www.unionesarda.it

Ma se pure sarà possibile riutilizzare le copertine, parte del cibo è andato irrimediabilmente perso. Quello, proprio non si può ripulire. E può darsi che lo stesso valga per le ciotole. Chi mangerebbe in un piatto sporco di olio da motore?

Eppure, per quei mici queste casette sono davvero casa.

La buona notizia, almeno, è che le casette sono recuperabili. Sono serviti tempo e fatica, ma pare che ben presto potranno accogliere altri panni morbidi, nuove ciotole e soprattutto i gatti di Daniela Pintor.

Proprio la mamma umana di queste colonie ha pubblicato un post su Facebook a riguardo di quanto accaduto, chiedendo a gran voce a chi avesse visto di testimoniare. Chi volesse porgere una zampa a favore di questi mici, può farlo da tutta Italia tramite la raccolta fondi dedicata.

Noi, da parte nostra, incoraggiamo Daniela Pintor a non mollare. Non è sola nella sua battaglia.